MOTOGP, MARQUEZ DI NUOVO OPERATO/ Accumulo di stress, rotta placca sul gomito

- Fabio Belli

MotoGp, Marquez di nuovo operato. Accumulo di stress, rotta placca sul gomito, escluso un recupero lampo per il campione spagnolo.

Marc Marquez MotoGp
Marc Marquez, campione del mondo della Motogp in carica (Foto LaPresse)

Marc Marquez non tornerà presto a correre nel circo della MotoGp. Il campione spagnolo ha provato a forzare la mano e a rientrare il pi in fretta possibile dopo la riabilitazione e l’infortunio al braccio, ma le complicazioni non stanno mancando e così la stagione di Marquez rischia di finire prima ancora di cominciare. Il sei volte campione del mondo della classe regina, è stato costretto a subire una seconda operazione al braccio in seguito ad alcune complicazioni che i medici hanno rilevato del processo di guarigione che si sperava potesse portare il pilota iberico a recuperare a tempo di record e a tornare in pista, dopo aver saltato il Gran Premio di Andalusia, nel prossimo Gran Premio della Repubblica Ceca previsto il prossimo fine settimana a Brno. Impossibile pensare di vedere Marquez in pista sul circuito ceko dopo gli ultimi sviluppi.

NUOVA OPERAZIONE PER IL CAMPIONE

Dopo la caduta subita il giorno dell’infortunio, Marquez aveva effettuato 28 giri nelle prove libere a Jerez, ritrovandosi però costretto poi a ritirarsi dopo aver avvertito un cedimento al gomito. La riabilitazione per l’infortunio è andata avanti a tempo di record, ma è successivamente emerso come la placca metallica inserita nel braccio di Marquez e avvitata alle ossa si sia rotta a causa dello stress. E’ stato quindi necessario effettuare un secondo intervento chirurgico, come da comunicato: “Marc Marquez ha subito una seconda operazione oggi, dopo che la placca di titanio utilizzata per fissare il suo omero destro è stata trovata danneggiata a causa dell’accumulo di stress. Il dottor Xavier Mir e il suo team dell’Ospedale Universitario Dexeus hanno sostituito con successo la placca di titanio e Marc Marquez rimarrà in ospedale per 48 ore prima di essere dimesso“. E la distanza da Fabio Quartararo, saltando anche il GP a Brno, potrebbe rivelarsi già incolmabile nel Mondiale piloti della MotoGp.



© RIPRODUZIONE RISERVATA