AUTO/ Countryman, una Mini per quattro

- La Redazione

Si chiama Countryman la nuova versione della mini: quattro porte, quattro posti e quattro ruote motrici. Sarà presentata in anteprima mondiale al Salone di Ginevra, il prossimo marzo

Mini20Countryman_R375

Una Mini in tutto e per tutto

Countryman, così si chiama la nuova versione della Mini, un crossover in piena regola, va a completare la gamma Mini pur conservandone intatte le sue conosciutissime caratteristiche. Sarà il primo modello della marca dotato di quattro porte e di un’ampia apertura del portellone posteriore e si distinguerà quindi per una maggiore abitabilità, una posizione di seduta leggermente rialzata e un comfort di guida ottimizzato. Allo stesso tempo, è stato conservato anche il tipico feeling da go-kart Mini, completato da caratteristiche nuove grazie alla trazione integrale ALL4, disponibile come optional.

La Mini Countryman, quindi, rappresenta uno sviluppo coerente del design del marchio, con il nuovo modello che abbina le dimensioni cresciute della scocca, la maggiore altezza da terra e le quattro porte laterali con gli inconfondibili stili di design Mini. Sbalzi sempre corti, una linea del padiglione alta, un corpo vettura che poggia solidamente sulle ruote e la grafica dei cristalli che coinvolge senza soluzione di continuità l’intera automobile creando le proporzioni tipiche di una Mini. Allo stesso tempo, la Mini Countryman reinterpreta con una chiave nuova gli elementi caratteristici che contraddistinguono tutte le Mini, come la linea del tetto, la griglia del radiatore esagonale, i grandi gruppi ottici incastonati nel cofano motore, le cornici degli indicatori di direzione laterali, i grossi passaruota e le luci posteriori inserite verticalmente. La maggiore abitabilità, a sua volta, viene enfatizzata dalle ampie superfici vetrate, dall’introduzione delle quattro porte e dalla forma originale del tetto.

Le fasce particolarmente ampie intorno alla parte inferiore della carrozzeria e le notevoli arcate passaruota bombate sottolineano il carattere solido della vettura e la sua trazione integrale. Gli interni sono stati arricchiti di nuovi elementi stilistici e funzionali. La posizione di seduta leggermente rialzata assicura un accesso confortevole, una vista ottimizzata del traffico e sottolinea al contempo il carattere robusto del nuovo modello. Il display centrale e le bocchette di aerazione vengono abbelliti da anelli colorati. La tradizionale consolle centrale è stata sostituita dal Mini Center Rail montato longitudinalmente, una soluzione unica a livello mondiale, che crea nuove possibilità di integrare ogni genere di portaoggetti, portabevande, apparecchi audio esterni, telefoni cellulari e altri elementi di comfort secondo le preferenze personali.

Grazie agli elementi clip-in che vengono fissati secondo le singole esigenze, è possibile suddividere liberamente le vaschette portaoggetti e avere sempre a portata di mano tutto il necessario durante il viaggio. Inoltre, il Center Rail crea un originale legame stilistico e funzionale tra i sedili anteriori e la zona posteriore. La Mini Countryman è equipaggiata di serie con quattro sedili; in alternativa, un divanetto posteriore a tre posti è disponibile come optional senza sovrapprezzo. Assicurando uno spazio generoso alla testa, alle gambe e alle spalle, gli interni offrono comfort anche nei viaggi lunghi. I sedili posteriori sono spostabili separatamente in direzione longitudinale e gli schienali sono ribaltabili così da aumentare il volume del bagagliaio da 350 fino a 1.170 litri.

 

Attenta ai consumi con motorizzazioni di nuova generazione

Al momento del lancio della MINI Countryman saranno offerti tre motori a benzina e due diesel. Tutti i propulsori fanno parte di una nuova generazione di motori, ottimizzata utilizzando il know-how di sviluppo di BMW Group, e soddisfano le norme antinquinamento Euro 5 e ULEV II. La gamma di potenza varia dai 66 kW/90 CV della MINI One D Countryman fino ai 135 kW/184 CV della MINI Cooper S Countryman. Per la prima volta, sul motore quattro cilindri a benzina 1,6 litri del modello top di gamma un turbo compressore Twin-Scroll e l’iniezione diretta di benzina sono stati abbinati al comando valvole variabile; questa soluzione tecnica definisce la migliore relazione tra potenza e consumo di carburante nella categoria di cilindrata di appartenenza. Inoltre, a ogni modello sono state applicate ampie misure di riduzione del consumo di carburante e delle emissioni, come ad esempio il recupero dell’energia frenante, la funzione Auto Start Stop, l’indicatore del punto ottimale di cambiata e il controllo dei gruppi secondari in base al fabbisogno.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULLA MINI COUNTRYMAN CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO

Per le varianti di modello equipaggiate con motore a benzina, in alternativa al cambio manuale a sei rapporti è disponibile un cambio automatico a sei rapporti con funzione Steptronic.

 

Trazione integrale a richiesta

A richiesta, i modelli Mini Cooper S Countryman e Mini Cooper D Countryman sono ordinabili con la trazione integrale permanente Mini ALL4. Questo sistema controlla un differenziale centrale elettroidraulico montato vicino al differenziale posteriore che ripartisce continuamente la coppia motrice tra l’asse anteriore e quello posteriore. Durante la guida normale, fino al 50 percento della coppia motrice viene trasmesso alle ruote posteriori, in situazioni estreme fino al 100 percento. La base è costituita dalla sofisticata tecnica dell’assetto, composta da una sospensione anteriore McPherson a bracci trasversali fucinati, un assale posteriore multilink e un servosterzo elettromeccanico (EPS) con Servotronic.

La Mini Countryman è dotata di serie della regolazione di stabilità Dynamic Stability Control (DSC). La Mini Cooper S Countryman e la Mini Cooper D Countryman possono essere ordinate con la trazione integrale ALL4 opzionale e con una funzione elettronica di bloccaggio del differenziale dell’asse anteriore. L’architettura della scocca a resistenza anticrash ottimizzata con percorsi del carico predefiniti assicura il massimo livello di sicurezza passiva. L’equipaggiamento di sicurezza di serie comprende airbag frontali e laterali, così come airbag laterali a tendina per i sedili anteriori e posteriori, inoltre cinture automatiche a tre punti per tutti i sedili, tendicintura e limitatore di sforzo anteriori e il sistema di ancoraggio ISOFIX per i seggiolini dei bambini. In più, è stato montato a bordo, di serie, l’indicatore avaria pneumatici. L’equipaggiamento di serie della Mini Countryman comprende un impianto di climatizzazione, il Mini Center Rail e un impianto audio con lettore CD. Inoltre, l’offerta include un’ampia selezione di optional e di accessori sviluppati appositamente per ogni modello, ad esempio dei sofisticati sistemi audio e di navigazione, così come interfacce per i telefoni mobili, compresa la possibilità d’integrare completamente l’Apple iPhone e altri smartphone.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULLA MINI COUNTRYMAN CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO

Ma non è tutto: la gamma di equipaggiamenti comprende anche un grande tetto panoramico, il controllo adattativo dei proiettori allo xeno, il parabrezza riscaldabile, il gancio di traino, cerchi in lega nel formato di 16 e 19 pollici, un assetto sportivo con abbassamento della vettura di 10 millimetri e l’ampia scelta di componenti John Cooper Works Performance.

Per i prezzi si deve ancora aspettare, ma si parla di una cifra attorno ai 25.000,00 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori