DIESEL/ Audi lancia la sfida al mercato americano

- La Redazione

Tre su quattro vetture diesel che circolano sulle strade degli Stati Uniti sono prodotte da Case automobilistiche tedesche, in particolare Volkswagen. Ma il mercato da aggredire è immenso

Audi_A8
Audi A8

Tre su quattro vetture diesel che circolano sulle strade degli Stati Uniti sono prodotte da Case automobilistiche tedesche, in particolare Volkswagen. In totale, tuttavia, la quota delle vetture motorizzate a gasolio rappresenta soltanto il tre per cento circa delle auto vendute sul mercato Usa, rispetto al 50 per cento in Europa Per anni il Gruppo Volkswagen, Mercedes e Bmw hanno tentato di modificare questa situazione, stimolando i clienti all’acquisto di vetture diesel, non ottenendo, però, risultati significativi. Oggi tocca al marchio Audi mettere in atto un nuovo tentativo.
Finora, i diesel di Ingolstadt erano rappresentati in USA da due soli modelli, la compatta A3 e il“large” Suv Q7. Il nuovo capo negli Stati Uniti del marchio, Scott Keogh, ha deciso, invece, che saranno quattro i nuovi modelli diesel ad affiancarsi negli showroom all’attuale offerta: presto, pertanto, ci saranno le serie A8, A7, A6 e Q5 con il motore 3.0 TDI.
«Grazie ai proprietari di Audi TDI sono stati salvati quattro milioni di galloni (14 milioni di litri) di carburante, pari a 240.000 barili di petrolio straniero» ha detto Keogh al Salone di Los Angeles. La dipendenza dalle importazioni di petrolio è un aspetto sul quale la politica statunitense è sempre stata molto sensibile, almeno quanto il pubblico le è rispetto al problema del cambiamento climatico causato dall’eccesso di emissioni di CO2.
I motori diesel sono circa il 30 per cento più efficienti rispetto a quelli alimentati a benzina. E anche se le caratteristiche del motore a gasolio si sposano perfettamente con quell’originale concetto di vettura rappresentato dal Suv, così popolare negli Stati Uniti, gli automobilisti americani non si sono mai fatti scaldare il cuore da questo tipo di motorizzazione. Va detto che le norme rigorose sulle emissioni in alcuni Stati, come ad esempio lquello della California, possono, in passato, aver reso ancor più difficile la vita al diesel. Con i motori dell’ultima generazione, invece, le auto alimentate a gasolio riescono ad ottenere valori inquinanti inferiori a quelli prodotti da una vettura equipaggiata da un’unità a benzina, specialmente se quest’ultima, come ricorre nella tradizione americana, è di cilindrata generosa.

L’Audi A8 TDI “promette” consumi in un range di 24-36 miglia per gallone, pari a una richiesta di carburante variabile tra i 6,5 e i 9,8 litri per 100 chilometri. Audi, pertanto, punterà molto sull’immagine di sobrietà delle sue auto in termini di consumi ed emissioni, su una propensione alla tutela ambientale senza compromessi che, tuttavia, non chiede rinunce in termini di prestazioni e dinamismo. Il nuovo motore TDI, infatti, grazie anche ai suoi 240 CV di potenza, può riservare al modello A8 un’accelerazione da 0 a 60 miglia all’ora in soli 6,4 secondi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori