FIAT/ Panda rinnova la tradizione della trazione integrale: ecco la 4×4

- La Redazione

Auto trasversale, riesce a soddisfare le più disparate esigenze. C’è chi la usa in città e chi per lavoro. Piace ai giovani ed è comoda per gli anziani. E il bagagliaio non ha rivali

Panda4x4_9
La nuova Panda 4X4 riesce ad affrontare pendenze estreme

Pur mantenendo la sua identità di vettura di dimensioni compatte, la Fiat Panda è un modello trasversale capace di soddisfare molteplici esigenze di utilizzo. C’è chi la sceglie per usarla in città ma anche chi la vuole accanto come compagna di viaggi, tanto nelle gite fuori porta quanto nelle esplorazioni più estreme. Piace alle famiglie perché vanta uno straordinario spazio modulabile e il bagagliaio più grande della categoria. La desiderano i giovani sempre più attenti al rispetto ambientale e alla mobilità sostenibile. La preferiscono i clienti che non vogliono rinunciare alle dotazioni, al comfort e alla sicurezza di un segmento superiore ma che vogliono tutto questo in una vettura compatta a 5 porte e 5 posti, agile nel traffico cittadino e facile da parcheggiare anche grazie al servosterzo elettrico Dualdrive con funzione “City”.

Oggi, come tradizione per questo modello, debutta anche la versione 4×4, già presente nelle generazioni precedenti della Panda. Caratterizzata da marcate linee geometriche dei paraurti anteriori e posteriori, completi di riporti estetici color alluminio a sottolineare la presenza della protezione metallica sotto-scocca, la nuova Panda 4×4 può “vestire” due inediti  colori di carrozzeria: l’arancio Sicilia (pastello) e il verde Toscana (metallizzato). All’interno, rispetto alle versioni 4×2, spiccano alcune novità come una nuova variante verde per la fascia che incornicia strumentazione e tascone porta-oggetti, i sedili in tessuto dal design specifico in tre tinte (verde, sabbia, zucca) arricchiti da dettagli in eco-pelle e un ulteriore vano porta-oggetti in aggiunta ai 14 già presenti sulle versioni 4×2.

La Panda 4×4 adotta un sistema di trasmissione “Torque on demand” che entra in funzione automaticamente quando occorre, permettendo di superare con disinvoltura qualunque situazione. Inoltre, Panda 4×4 propone di serie il sistema ESC (Electronic Stability Control) completo di funzione ELD (Electronic Locking Differential), un ulteriore ausilio alla guida e allo spunto in partenza su percorsi a scarsa aderenza (neve, ghiaccio, fango ecc.). È disponibile con due motorizzazioni, entrambe dotate di Start&Stop: il nuovo 0.9 TwinAir Turbo da 85 CV e il diesel 1.3 Multijet II da 75 CV.

Ricchissima la dotazione di serie che include, fra gli altri, climatizzatore manuale, radio CD/MP3, cerchi in lega bruniti da 15”, pneumatici 175/65 R15 M+S, retrovisori elettrici, chiusura centralizzata con telecomando a distanza e poggiatesta posteriori. Prezzi da 16.950 euro.

 

Motori benzina 0.9 TwinAir Turbo da 85 CV, diesel 1.3 Multijet II da 75 CV.

Velocità massima fino a 166 km/h

Consumi da 4,7 l/100 km nel ciclo combinato

Emissioni CO2 da 114 g/km

Dimensioni (lung. x larg.)  368 x 167 cm

Capacità vano bagagli da 225 litri

Prezzo da 16.950 euro (versione “entry level”)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori