MERCEDES E BMW INSIEME/ Per la mobilità, ma forse anche per elettrico e guida autonoma

Bmw e Mercedes sono pronte a unire i propri sforzi per far fronte alle trasformazioni nel mondo della mobilità, ma forse anche per l’auto elettrica e la guida autonoma

22.12.2018 - Bruno Zampetti
Mercedes_Stella_Lapresse
Lapresse

MERCEDES E BMW INmerSIEME

Bmw e Mercedes sono pronte a unire i propri sforzi per far fronte alle trasformazioni nel mondo della mobilità. Le due case automobilistiche tedesche, da tempo rivali, dovrebbe creare una joint-venture dedicata proprio alla mobilità. Entro il 31 gennaio l’operazione dovrebbe essere conclusa e probabilmente gli effetti si potranno vedere anche in Italia, dove le due società si occupano anche di car sharing. Tuttavia l’obiettivo è anche quello di occuparsi di sistemi di parcheggi e di servizi di noleggio con conducente e taxi. Ci si potrebbe anche non accorgere subito di essere clienti dei servizi di questa join-venture, visto che, nel caso specifico di Mercedes, non compare mai il marchio. Lo stesso servizio di car sharing Car2go si basa del resto su vetture Smart. Non resta quindi che attendere e vedere se ci saranno altri frutti di collaborazione tra le due case automobilistiche.

GLI OBIETTIVI COMUNI

Secondo Bloomberg, infatti, a Stoccarda e Monaco sono pronti a unire gli sforzi anche per altri importanti obiettivi, come la produzione di batterie per le auto elettriche e per la realizzazione di sistemi di guida autonoma. Come si può intuire si tratta di traguardi per i quali servono ingenti investimenti. Per questo, quindi, Bmw e Mercedes potrebbero avere tutto l’interesse a unire le forze e condividere poi i risultati su tecnologie che potranno poi essere personalizzate, ma su cui sembra cruciale riuscire ad arrivare per primi. Sono noti gli impegni di altri marchi automobilistici su questo fronte, con la collaborazione anche di giganti dell’hi-tech come Google e Apple, senza dimenticare Tesla. Dunque unire le forze per arrivare primi potrebbe essere una mossa giusta. Bmw e Mercedes non hanno per ora però commentato la notizia diffusa da Bloomberg.



© RIPRODUZIONE RISERVATA