Si è spento Richard Wright, il tastierista dei Pink Floyd

- La Redazione

All’età di 65 anni è morto di tumore il tastierista e fondatore dello storico gruppo. Nonostante gli screzi con Roger Waters che lo portarono temporaneamente fuori dal gruppo è stato decisivo nel creare il suono leggendario della storica band inglese. GUARDA IL VIDEO – The great Gig in the sky

Richard_Wright375x255_150908

È morto Richard Wright, tastierista e fondatore assieme a Roger Waters, Syd Barrett e Nick Mason dei Pink Floyd, storico gruppo rock psichedelico.
Aveva 65 anni ed era malato di cancro. L’annuncio è stato dato da un portavoce della famiglia attraverso uno scarno comunicato che chiede, tra l’altro, rispetto e privacy.
Wright nacque a Londra, iniziò da adolescente gli studi di pianoforte e poi quelli di architettura che lo portarono a conoscere Waters e Mason con cui iniziò l’avventura dei Pink Floid. Gli screzi con Waters lo portarono fuori dal gruppo per due volte, salvo poi tornare e partecipare a tutti i concerti.
Compose numerosi brani, come “Sysyphus”, “Summer ’68”, o “The Great Gig in the Sky”, “Us and Them” dal famoso album Dark Side of the Moon (‘73). Indimenticabili i suoi tappeti sonori e l’uso dei sintetizzatori di Shine on you crazy diamond.
Due i suoi album da solista “Wet Dream” del ’78 e “Broken China” del ’96, escludendo “Identity” con gli Zee di Dave Harris (‘84).

GUARDA IL VIDEO DI THE GREAT GIG IN THE SKY (PINK FLOYD)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori