CONCERTO/ Claudio Baglioni a Milano il 17 giugno lo show sarà all’Arena

- La Redazione

Una sorta di opera popolare moderna nella prima parte, storie, inediti, brani riscritti e ripensati nella seconda. E un finale all’insegna della festa e della gioia fra inizio dell’estate e contatto con il grande pubblico

Una sorta di opera popolare moderna nella prima parte, storie, inediti, brani riscritti e ripensati nella seconda. E un finale all’insegna della festa e della gioia fra inizio dell’estate e contatto con il grande pubblico.

E’ questo, in sintesi, nelle parole dello stesso Claudio Baglioni la tappa milanese di ‘Gran concerto-Q.P.G.A.’, dove le lettera stanno per la canzone storica e strafamosa Questo piccolo grande amore. La location, per celebrarne la storia ultra-uecentennale, è l’Arena Civica, tempio dello sport oltre che della musica, la sera del 17 giugno che ha preso il posto del Vigorelli e del 5 giugno, su precisa richiesta dell’assessore Giovanni Terzi che ha portato sotto le stelle l’evento live davanti a 12.500 spettatori: pare ci siano ancora circa 2.000 posti a disposizione.

Ieri a salutare il cantautore romano che ha però tenuto ha precisare sì il legame con la capitale ma anche le origine umbre, davanti alla stampa c’era anche il sindaco Letizia Moratti che ne ha sottolineato l’impegno nel campo della solidarietà. E il Claudio nazionale ha ricambiato di suo l’affetto per la città ricordando tanti momenti importanti della sua carriera – il suo primo contratto con la ‘Ricordi’ che però dopo qualche mese “mi dimentico” e il record di pubblico nel ’98 allo Stadio di San Siro dove negli anni si e’ esibito ben sei volte – e il legame per gli eventi live.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori