SANREMO 2010/ Valerio Scanu, il testo di Per tutte le volte che. Guarda il video di Valerio Scanu vincitore del Festival

- La Redazione

FESTIVAL DI SANREMO 2010 – NELLA SERATA CONCLUSIVA VINCE VALERIO SCANU CON “PER TUTTE LE VOLTE CHE”: Valerio Scanu è il vincitore della 60°edizione del Festival di Sanremo e della canzone italiana

valerio_scanu_R375

Valerio Scanu è il vincitore della 60°edizione del Festival di Sanremo e della canzone italiana. Un testo e una canzone, Per tutte le volte che, partiti in sordina. Valerio Scanu ha dovuto essere ripescato dopo una prima eliminazione, anche grazie al duetto con Alessandra Amoroso (cliccatissimo su Youtube). Valerio Scanu ha potuto così battere il favorito Marco Mengoni e la sua Credimi ancora.
Per tutte le volte che era stata criticata inizialmente per la sua semplicità, per un registro che forse non valorizzava al meglio le doti del cantante per un giro armonico abbastanza tradizionale e per un testo così così (“a far l’amore in tutti i luoghi, in tutti i laghi”). Col passare dei giorni del Festival però la canzone è entrata nella mente dei telespettatori che l’hano votato.
Valerio Scanu è perciò il vincitore. Come Marco Carta l’anno scorso, il Festival di Sanremo 2010 viene vinto da un giovane cantante salito alla ribalta grazie ai talent show.

Leggi il testo di Per tutte le volte che e guarda il video dell’interpretazione di questa canzone nella serata finale del 60° Festival della canzone italiana.

Il testo di "Per tutte le volte che" di Valerio Scanu:

 

Per tutte le volte che
mi dici basta e basta più non è
non corrisponde il flusso delle tue parole al battito del cuore
per tutte le volte che
mi chiedi scusa e scusa più non è
ma trovi sempre il modo di farmi sembrare il simbolo del male

Per tutte le volte che
è tua colpa, forse non lo è
ma il dubbio basta a farmi ritrovare quella voglia di gridare ma,
poi c’è una volta in cui scatta qualcosa fuori e dentro di noi e tutto il resto è piccolo

Come uno spillo impercettiible
come se un giorno freddo in pieno inverno
nudi non avessimo poi tanto freddo perchè
noi coperti sotto il mare a far l’amore in tutti
i modi, in tutti i luoghi in tutti i laghi in tutto il mondo
l’universo che ci insegue ma
ormai siamo irraggiungibili…

Per tutte le volte che
un pugno al muro nulla fa perchè
questo dolore è dolce come il miele
confrontato con il male che noi ci facciamo
se così potente questo amore che ci difendiamo con tutta la forza ma non basta quasi mai

Come se un giorno freddo in pieno inverno
nudi non avessimo poi tanto freddo perchè
noi coperti sotto il mare a far l’amore in tutti i modi, in tutti i luoghi in tutti i laghi in tutto il mondo
l’universo che ci si insegue ma
ormai siamo irraggiungibili…

Come se un giorno freddo in pieno inverno
nudi non avessimo poi tanto freddo perchè
noi coperti sotto il mare a far l’amore in tutti i modi, in tutti i luoghi in tutti i laghi in tutto il mondo
l’universo, l’universo, l’universo…

Come se un giorno freddo in pieno inverno
nudi non avessimo poi tanto freddo perchè
noi coperti sotto il mare a far l’amore ma
ormai siamo irraggiungibili…

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori