METALLICA/ Annullato il concerto in India: i fan distruggono il palco (video)

- La Redazione

A pochi minuti dall’inizio dello spettacolo dei Metallica, che in India vantano un ampio seguito, il concerto è stato annullato per ragioni di sicurezza e i fan non l’hanno presa bene

Metallica_R375
Immagine d'archivio

L’India attendeva trepidante il Gran Premio di questa domenica che per la prima volta nella storia della F1 si è tenuto a Nuova Delhi. Oltre 100.000 spettatori hanno affollato le tribune del Buddh International Circuit, nuovissimo e innovativo impianto costruito grazie a un investimento di 400 milioni di dollari. Solo un anno fa l’India aveva ospitato i Giochi del Commonwealth che in teoria dovevano rilanciare il paese ma alla fine prevalse più che altro la vergogna a causa degli impianti costruiti a metà, la pessima organizzazione e vari scandali di corruzione che si nascondevano dietro alla progettazione dell’evento. Quest’anno gli organizzatori della Jaypee Sports International erano decisi a superare quell’onta e a restituire all’India il rispetto che merita, grazie a vari eventi che dovevano precedere le gare del Gran Premio, con la partecipazione e la grande attesa per star del calibro di Lady Gaga e il gruppo rock Metallica. Proprio a pochi minuti dall’inizio dello spettacolo di questi ultimi, che in India vantano un ampio seguito, il concerto è stato annullato per ragioni di sicurezza. La notizia ha così scatenato l’ira dei fan che avevano già gremito l’arena, e la rabbia dei presenti ha portato a danneggiamenti della struttura, tafferugli, disordini e arresti. Poco prima della diffusione della notizia dell’annullamento dell’esibizione la folla aveva fatto cadere una barriera metallica proprio davanti al palco (infatti gli organizzatori sembra che dopo siano anche stati arrestati per questo): gli organizzatori del concerto, vedendo l’arena sovraffollata, hanno così deciso di annullare l’evento per evitare una tragedia ma i fan, che volevano assistere per la prima volta al concerto dei Metallica in India, hanno reagito con rabbia e frustrazione distruggendo tutto ciò che si trovavano davanti. Un episodio che continua a mettere in cattiva luce le organizzazioni indiane che non riescono a portare avanti un’iniziativa senza una valanga di polemiche al seguito.   



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori