SLIPKNOT/ La band americana ha un nuovo bassista: torma Donnie Steele

- La Redazione

Dopo la morte, nel maggio dell’anno scorso, del bassista Paul Gray, i fan degli Slipknot erano rimasti a domandarsi cosa sarebbe successo. Sarebbe stata la fine della band?

slipknot_R425
Gli Slipknot

Dopo la morte, nel maggio dell’anno scorso, del bassista Paul Gray, i fan degli Slipknot erano rimasti a domandarsi cosa sarebbe successo. Sarebbe stata la fine della band? Sarebbe arrivato un nuovo bassista? E’ passato quasi un anno e solo adesso forse si conosce la risposta.

Gli Slipknot infatti hanno annunciato che prenderanno parte ad alcuni festival in Brasile e in Europa. E al basso, chi ci sarà si sono chiesti immediatamente tutti saputa la notizia. Ecco la risposta: è stato richiamato il primo chitarrista della band, Donnie Steele, proprio per prendere il posto di Gray al basso. Steele, lo ricordano in pochi, era parte degli Slipknot quando la band registrò il primo demo, “Mate, Feed. Kill” risalente al 1996. Se ne andò dal gruppo per via del suo ritorno alla fede cristiana, una notizia che destò grande scalpore. Non è dato sapere al momento, se Steele sta facendo un ritorno definitivo o si è offerto solo per aiutare il gruppo a tenere i prossimi concerti.

Gli Slipknot hanno messo comunque un comunicato ufficiale sul loro sito: “Don era nella band ai suoi inizi. Piuttosto che cercare un estraneo, abbiamo creduto che sarebbe stato un più appropriato tributo a Paul di suonare con uno della nostra famiglia. Donnie era un grande amico di Paul e non ci viene in mente un modo migliore di onorare la sua memoria se non con qualcuno che è stato con noi sin dagli inizi. Aspettiamo con ansia di tornare sui palcoscenici e onorare l’eredità di Paul con le nostre famiglie in Europa e in Brasile la prossima estate”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori