SANREMO 2012/ Il duetto dei Marlene Kuntz con Patti Smith, “Impressioni di settembre” (video)

- La Redazione

Ieri sera la leggendaria e straordinaria Patti Smith si è esibita sul palco di sanremo insieme ai Marlene Kuntz. Dopo il duetto ha eseguito anche Because the Night

pattismith_R400
Patti Smith, foto Infophoto

Dopo l’intensa emozione regalata dalla presenza del chitarrista dei Queen, Brian May, la serata del Festival dedicata alle canzoni italiane eseguite con ospiti internazionali ha riservato nuove sorprese. Gianni Morandi chiama sul palco Ivanka che per l’occasione si è cambiata d’abito, passando dal rosso ai celeste, e annuncia sul tema di Giù la testa di Ennio Morricone (veramente le lo chiama Morricione) il duetto successivo: Patti Smith, icona della musica rock degli anni settanta e i Marlene Kuntz. Nel presentare la grande interprete Morandi ricorda di come abbia cambiato la storia del rock introducendovi il punk. Patti Smith, capelli lunghissimi e volto segnato dagli anni trascorsi, è vestita in abito nero da uomo con la cravatta. I due artisti propongono Impressioni di settembre (The world became the world nella versione inglese), un famoso successo della Premiata Forneria Marconi. Aprono i Marlene Kuntz, con il leader Cristiano Godano che si accompagna con la chitarra. La sua interpretazione è senza difetti, con una tonalità più bassa di quella a cui ci ha abituati la PFM, ma quando si leva la voce di Patti Smith si cambia musica nel vero senso della parola. Durante la canzone Patti Smith recita alcuni versi in inglese. Al termine del pezzo, accompagnato da Olga, un’interprete, Morandi chiede alla Smith se ha scritto lei quei versi. Lei risponde che li ha semplicemente tradotti, ma che si augura di aver fatto una degna traduzione. Gianni Morandi chiede all’artista americana di far sentire al pubblico sanremese quella che probabilmente è la sua canzone più famosa Because the night, pezzo scritto insieme ad un altro grande del rock Bruce Springsteen. Al piano si siede Vittorio Cosma che ha fatto anche l’arrangiamento del pezzo precedente, come ci ricorda il conduttore. Patti Smith chiede di poter dedicare il pezzo alla persona per la quale è stato scritto, il marito morto anni fa Fred Sonic Smith. L’esecuzione è davvero emozionante, la voce di Patti Smith sempre graffiante, anche in questa esecuzione con il piano.
Alla fine della canzone il pubblico si alza in piedi e si assiste ad una standing ovation, meritatissima, per la cantante. Morandi abbraccia Patti Smith e nel congedarla la invita a tornare presto in Italia. La cantante vincerà il premio speciale della serata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori