MADONNA/ I gay russi boicottano il concerto di Pietroburgo

- La Redazione

Problemi per Madonna in vista del suo concerto a Pietroburgo il prossimo 9 agosto. Il movimento dei gay russi ha infatti invitato a boicottare il suo spettacolo. Perché?

madonna_R400
Foto Infophoto

Madonna: non era una icona gay? Prima di Lady Gaga e di tante altre, Veronica Ciccone si è sempre distinta per un deciso sostengo attraverso le sue canzoni, le dichiarazioni, il modo di porsi per l’emancipazione e i diritti degli omosessuali. Non la pensano così i gay russi, sembrerebbe. Hanno infatti invitato tutti gli omosessuali e anche il pubblico non omosessuale a boicottare il prossimo concerto che Madonna terrà nell’antica capitale russa, San Pietroburgo, il 9 agosto. Secondo gli esponenti del movimento gay russo infatti la cantante avrebbe dovuto cancellare la propria esibizione perché nella città è stato approvato un provvedimento che vieterebbe “la propaganda omosessuale” in presenza di minori. Dunque ogni evento pubblico del movimento gay, ad esempio il gay pride, sarebbe automaticamente a rischio. Madonna dunque sarebbe una ipocrita, dicono. Oltre all’invito a boicottare lo show sono previste anche due manifestazioni nel corso del concerto stesso: non hanno ancora deciso cosa faranno, ha detto il leader del movimento per l’orgoglio omosessuale Nikolai Alekseev. Ma qualcosa faranno. Staremo a vedere. Da parte di Madonna è arrivato un primo commento. Sulla sua pagina Facebook ha promesso che quando sarà a San Pietroburgo rilascerà un commento a favore dei gay, a sostegno della comunità omosessuale e di tutti coloro che si sentono oppressi. Non basta, fanno sapere i gay russi. Quello che dirà non interessa a nessuno, è stata la dura replica. “Doveva rinunciare al concerto che per il Municipio di Pietroburgo significa almeno 2 milioni di dollari di incassi: ovvio che sei lei avesse annullato tutto, il danno ci sarebbe stato eccome. E con esso avrebbe anche dimostrato che c’è qualcosa da perderci. Ma non è andata così”. La polemica dunque rischia di trascinarsi a lungo, ma è da vedere quanto i fan russi della cantante vi presteranno attenzione, probabilmente correranno in massa al concerto a prescindere dalle lamentele del movimento gay. Ma come è la situazione dal punto d vista della legge in Russia riguardo l’omosessualità? Non è un reato, anche se il clima è giudicato pesantemente omofobo. L’ex sindaco di Mosca ad esempio, Jurij Luzhkov tempo fa aveva detto che l’omosessualità è espressione di Satana. Intanto proprio a Mosca il 27 maggio è già fissato il prossimo gay pride. Tornando a Madonna invece uscirà tra pochissimi giorni il suo nuovo atteso disco. Dalle ante prime che si sono sentite in giro è un ritorno alla dance più elaborata e in chiave moderna, una passione quella per la musica da ballo che non ha mai abbandonato la cantante. 

L’ultimo video invece racconta le usuali atmosfere a base di sesso sfrenato che Madonna ha sempre privilegiato. Si parla di scene di orge sfrenate senza limiti. E pensare che la cantante ha già superato i 50 anni di età.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori