CONCERTI/ Roma: Norah Jones, Jarabe de Palo, Radiohead. Settimana dal 17 al 23 settembre

- La Redazione

Finalmente i Radiohead in Italia dopo aver dovuto cancellare le date dello scorso luglio. Ma non solo: sul palco tanta musica a cominciare da Norah Jones. Ecco tutti gli eventi

radiohead_R439
Radiohead (infophoto)

I concerti a Roma, settimana dal 17 al 23 settembre – Ovviamente l’appuntamento di primo piano è il ritorno dei Radiohead, amatissimo gruppo inglese, finalmente in Italia dopo aver dovuto cancellare le date inizialmente previste o scorso luglio in seguito all’incidente che colpì la band in Canada. Il crollo del palcoscenico infatti ha costretto a rivedere tutta la struttura organizzativa e tecnica, ma adesso il gruppo inglese è qui per la gioia dei suoi fan. Ma non solo Radiohead. Lunedì 17 settembre all’Auditorium Parco della Musica, si esibisce la cantautrice newyorchese Norah Jones. 33 anni,  Norah Jones è uno dei personaggi più rappresentativi della musica americana. L’artista ha ottenuto numerosi riconoscimenti, primi fra tutti nove Grammy awards, ed ha al suo attivo collaborazioni con musicisti di fama come i Foo Fighters, ma soprattutto con Ray Charles. Il suo ultimo lavoro “Little Broken Hearts”, uscito a marzo 2012, ha segnato una svolta verso sonorità più rock. Mercoledì 19 settembre al Black Market di via Panisperna 101 si esibirà Lawrence Arabia nell’ambito della seconda stagione di “Unplugged in monti”, rassegna di concerti acustici. L’artista, il cui vero nome è James Milne, proviene dalla Nuova Zelanda ma è cresciuto musicalmente a Londra. Il musicista propone i pezzi dell’ultimo album “The Sparrow”, uscito lo scorso luglio, oltre ai maggiori successi dei due lavori precedenti. Il suo è un pop raffinato ed orchestrale ricco di influenze e contaminazioni. Giovedì 20 settembre la Stazione Birra di via Placanica, 172 ospiterà lo show della band iberica Jarabe de Palo. Il gruppo è molto famoso nel nostro paese, soprattutto grazie al singolo “La flaca” del 1998 che spopolò letteralmente. Il rock latino della band è caldo e ricco di venature blues, nonché di sfumature romantiche. Per il cantante Pau Donés l’Italia è la seconda patria, avendo avuto modo di collaborare ed esibirsi con musicisti nostrani come Jovanotti, Niccolò Fabi, Franceso Renga ed i Moda, con i quali ha registrato recentemente il singolo di grande successo “Come un pittore”. L’ultimo album della band risale al 2011 e si intitola “¿Y ahora qué hacemos?”. Venerdì 21 settembre, presso il Circolo degli Artisi di via Casilina vecchia, 42 si esibiranno i Capone Bungt Bangt, gruppo campano nato nel 200 dall’idea di Maurizio Capone. Si tratta di un gruppo che utilizza strumenti improvvisati ottenuti da oggetti di uso comune e materiali di scarto, come bottiglie, scatole, pentole, elastici lattine, bidoni e quant’altro emetta dei suoni. Uno spettacolo basato soprattutto sul ritmo e sulle percussioni che lascerà sorpresi coloro che ancora non conoscono Capone, anche grazie alla grande teatralità della band. Sempre venerdì 21 gli amanti delle atmosfere jazz potranno recarsi all’Alexanderplatz Jazz Club di via Ostia, 9 dove si terrà il concerto di Cinzia Tedesco. La cantante è considerata uno dei maggiori talenti del jazz nostrano, amata ed apprezzata anche all’estero (l’artista si è esibita anche per l’ex presidente USA Bill Clinton). L’attuale progetto della cantante, portato avanti assieme ad un’affiatata e validissima band, prevede una rilettura dei maggiori successi di Bob Dylan in chiave jazz. Sabato 22 settembre 2012 all’Ippodromo delle Capannelle ci sarà un evento imperdibile per gli amanti del rock: il concerto dei Radiohead. Il tour della band britannica, funestato in giugno dal crollo del palco a Toronto che causò la morte di un tecnico, ha subito conseguentemente uno spostamento delle date. Thom Yorke, Ed O’Brien, Jonny Greenwood e , Phil Selway porteranno sul palco capitolino il proprio rock ricco di elementi post punk, influenze elettroniche e richiami Beatlesiani. Il gruppo, forte di 30 milioni di dischi venduti in tutto il mondo, è una delle rock band più influenti degli ultimi 20 anni, nonché una delle massime realtà del rock britannico. L’ultimo album prodotto dalla band è “The King of Limbs”, uscito a febbraio 2011, che nel nostro paese ha raggiunto l’ottava posizione nella classifica degli album più venduti. 

Sempre sabato 22, al Traffic Club di via Prenestina, 738 si esibirà la band newyorkese A Place to Bury Strangers. Il gruppo nato nel 2003 si fa ben presto un nome nella scena underground della Grande Mela e viene ben presto considerata una delle migliori band di alternative rock. Il primo, omonimo album esce nel 2007, seguito da “Exploding Head” del 2009. Attualmente la band sta promuovendo il suo terzo lavoro “Worship”, uscito quest’anno. Il soud della band è molto ruvido e potente, con forti influenze punk e psichedeliche.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori