JUSTIN BIEBER/ Droga nei bagagli: fermato il cantante in Australia

- La Redazione

Justin Bieber insulta un poliziotto australiano e viene diffidato: è successo lo scorso 24 novembre a Brisbane quando uno dell’entourage è stato trovato in posesso di droga

justin-bieber
Justin Bieber (Infophoto)

Continuano le disavventure del cantante canadese. Dopo le famose foto che lo riprendevano in un bordello olandese e dopo altri problemucci, questa volta Justin Bieber è stato fermato dalla polizia dell’aeroporto di Brisbane appena sceso dall’aereo. Nei bagagli di un suo assistente infatti è stata trovata della marijuana: la polizia ha bloccato tutto il gruppo, Justin compreso. Ovviamente le ipotesi che si possono fare sono due: o l’assistente portava la droga per conto di Jusitn Bieber in modo che non fosse scoperto, o la droga era di proprietà personale dell’uomo. In ogni caso la polizia ha fermato tutti per interrogatori per ben due ore negli uffici dell’aeroporto. Alla fine tutti rilasciati mentre l’assistente dovrà vedersela con un bel processo. E Justin? Libero sì, ma è incappato in un altro problema: è stato diffidato dalla polizia per aver pesantemente insultato uno dei poliziotti. Ha infatti mandato a quel paese in modo piuttosto volgare il poliziotto che gli aveva chiesto di togliersi cappello e occhiali. E’ successo lo scorso 24 novembre quando il gruppo era giunto da alcuni concerti tenuti in Nuova Zelanda. Fino all’8 dicembre Justin è impegnato con una serie di concerti in Australia. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori