JUSTIN BIEBER/ La festa di compleanno rovinata dall’amico Jaden Smith, il figlio di Will Smith

- La Redazione

La festa di compleanno di Justin Bieber è stata interrotta per colpa di Jaden Smith, figlio di Will Smith, troppo giovane per poter entrare nel locale dove si teneva il party

justin-bieber
Justin Bieber (Infophoto)

Il 19° compleanno di Justin Bieber non è stato uno di quei momenti della vita che il giovane cantante ricorderà come indimenticabile. La festa di compleanno al Cirque Du Soir è stata interrotta a causa di una discussione tra lo staff di Bieber e la sicurezza del locale. Ma qual è stato il motivo di questo battibecco che ha portato alla conclusione anticipata del party? La sicurezza del locale si è accorta che alcuni degli invitati di Justin Bieber non dimostravano l’età giusta per poter entrare al Cirque Du Soir e così hanno chiesto che venissero mostrati i documenti, facendo infuriare Justin Bieber. Il portavoce del locale ha dichiarato che, come tutti i nightclub di Londra, anche il Cirque Du Soir, deve rispettare stringenti regole sull’età. Visto che alcuni invitati al party erano evidentemente sotto l’età consentita di 18 anni, la sicurezza ha rifiutato l’ingresso a chiunque non avesse dimostrato di essere maggiorenne. Tra gli ospiti minorenni alla festa di Justin Bieber c’era anche Jaden Smith, figlio quattordicenne dell’attore Will Smith. I gestori del locale si sono dichiarati dispiaciuti di aver fatto trascorrere a Justin, che è un loro cliente affezionato, il suo peggior compleanno, ma la legge li obbliga a rispettare le regole per poter mantenere la licenza.

L’altra sera quindi, quando Justin Bieber ha capito che i suoi amici non sarebbero potuti in alcun modo entrare nel locale, ha deciso di trasferire i festeggiamenti all’albergo in cui alloggia. Nonostante la breve durata, il party di Justin Bieber è costato 12.000 dollari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori