JUSTIN BIEBER/ Inizia il concerto con due ore di ritardo, fischiato dai fan

- La Redazione

Justin Bieber si è presentato sul palco dell’O2 Arena di Londra con due ore di ritardo: i fan hanno fischiato il suo ingresso e si sono lamentati su Twitter

justin-bieber-concerto
Foto InfoPhoto

Justin Bieber ha fatto infuriare le sue fan nel Regno Unito. Ieri sera, 4 marzo, il cantante si è presentato sul palco della O2 Arena di Londra con due ore di ritardo. La lunga attesa ha scatenato su Twitter l’ira delle Belieber e dei genitori, che hanno accompagnato i figli al concerto. I cancelli del palazzetto sono stati aperte alle 18.30 e l’inizio dello show era previsto per le 20.30, ma Justin è arrivato sul palco solo dopo le 22.15, ed è stato accolto con molti fischi, senza contare i fan che avevano già lasciato la O2 Arena. Il motivo del ritardo? Justin si stava rilassando con alcuni amici prima del concerto e non si è accorto del tempo che passava. Una ragazza presente al concerto ha raccontato come si è svolta la serata a E! News: “Ero al concerto e Justin è uscito sul palco alle 22.15 e Carly Rae Jepsen (la cantante apre tutte le serate de Believe Tour) aveva finito di cantare alle 21.10. Justin avrebbe dovuto uscire alle 21.30. La gente aspettava senza sapere niente. Di sottofondo andavano delle canzoni di Michael Jackson. Alle 21.50 i fan erano così infastiditi che si sono messi a fischiare. Io sono rimasta, ma tante persone se ne sono andate prima perché l’ultimo treno della metropolitana era a mezzanotte. Non ha neanche chiesto scusa, questo ha peggiorato le cose. Mia mamma ha comprato 5 biglietti, non era molto contenta”. I prezzi dei biglietti infatti partivano da 57,65 sterline (circa 67 euro). Gli organizzatori del concerto hanno poi scritto sulla pagina Twitter dell’O2 Arena: “Justin Bieber è ora sul palco e si scusa per il ritardo”, aggiungendo poi: “Chiediamo scusa a tutte le fan di Justin Bieber per il ritardo del concerto di questa sera. La metropolitana andrà ancora quando lo show sarà finito”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori