ONE DIRECTION/ Video, oggi concerto a Lisbona, poi tour negli USA. Ultimi biglietti e prezzi alle stelle

- La Redazione

I cinque 20enni amati dalle giovanissime continuano la loro serie di stellari concerti. Dopo una piccola pausa, questa sera suoneranno all’Atlantic Pavillion in Portogallo

one-direction
One Direction

Grande attesa a Lisbona per l’arrivo sul suolo portoghese della boy band più famosa del pianeta. Per descrivere al meglio questi cinque ragazzetti anglo-irlandesi sarebbe necessario coniare una nuova serie di neologismi, perché, al momento, non esistono ancora parole che spieghino il fenomeno One Direction. I biglietti delle tappe italiane del loro tour, che ha toccato, la scorsa settimana, Verona e Milano, sono stati venduti tutti online nel giro di 12 minuti e durante l’esibizione di Harry Styles e compagni al Forum di Assago non c’era una spettatrice che avesse gli occhi asciutti e che non si sgolasse cantando tutti i brani di “Take me home”, ultimo dei due album in studio incisi dalla band nata a “X Factor” nel 2010. E anche il concertone di stasera, domenica 26 maggio 2013, all’Atlantic Pavillion di Lisbona promette di essere qualcosa di indimenticabile per l’afflusso di centinaia di migliaia di ammiratrici provenienti da ogni parte della Penisola Iberica. Salutato il Vecchio Continente, gli 1D partiranno poi alla volte delle Americhe, dove l’8 giugno si esibiranno al Foro Sol di Città del Messico, proseguendo il tour negli USA e chiudendolo poi, il 30 ottobre, alla Rod Laver Arena di Melbourne, in Australia. Ma non temano le fan che non hanno potuto presenziare a nessuno degli eventi sold-out di quest’anno perché non sono state abbastanza svelte ad acquistare un biglietto o non avevano 2700 euro da spendere (questo il prezzo per uno degli ultimi pass per la data americanda di East Rutherford del 2 luglio): il 25 aprile del 2014 partirà infatti dalla Colombia il nuovo tour mondiale dei cinque divi, che si chiuderà l’8 luglio a Londra. E ci sono ancora posti liberi! 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori