MARCO CARTA/ Ti voglio bene: video ufficiale della canzone dedicata alla madre

- La Redazione

In anteprima su Tgcom24 il video ufficiale di Ti voglio bene, il nuovo singolo di Marco Carta dedicato alla madre ed estratto dall’ultimo albun NEcessità lunatica

marco-carta-tvb
Marco Carta

Dopo il successo di “Mi hai guardato per caso”, “Necessità lunatica” e “Scelgo me”, i primi tre singoli estratti dall’album “Necessità lunatica”, tutti dischi d’oro, Marco Carta ha rilasciato “Ti voglio bene”, il nuovo singolo dedicato a sua mamma morta quando aveva 10 anni. In occasione della Festa della Mamma il vincitore di Amici 7 è stato ospite al talk show “Domenica In – Così è la Vita” ha raccontato i ricordi di sua mamma che serba nel cuore: “Mi manca quando guardo il mare, di lei ricordo lo spirito molto festaiolo ed era molto ostinata, come me. È morta che aveva quasi la mia età, 28 anni, ed è stata molto testarda fino all’ultimo, ad esempio era molto serena e tranquilla perché convinta che sarebbe guarita, anche quando aveva la testa completamente rasata. Ha lottato fino al suo ultimo respiro”. Oggi, 28 maggio, in anteprima su Tgcom24 ha presentato il video ufficiale di “Ti voglio bene”: “Racconta un pezzo di vita se pur breve, passato con mia madre. ll video di Ti voglio bene ma soprattutto questa canzone, evocano in me momenti belli e non. Gioie e Dolori. Riesce a far emergere tutto l’amore che ho provato e che provo per lei che mi ha insegnato le prime cose, i primi passi che… Rimarranno per sempre scolpiti nel mio cuore“, ha detto il cantante.

Ti sento la notte mentre sto per dormire/ E mi lavo la faccia come mi hai insegnato a fare E prendo le cose solo di testa mia/ Anche se cado continuo, anche se manchi continuo Dai tuoi occhi ho imparato una cosa speciale / Che ad esser se stessi non c’è niente di male/ E ti porto nel cuore, nella pelle e nel mondo/ Anche se sono arrabbiato/ Perché mi hai abbandonato Ti voglio bene, ti voglio bene”, sono solo alcuni versi dell’intenso testo della canzone di Marco Carta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori