JUSTIN BIEBER/ Interrompe il concerto in Turchia per rispettare l’Azan, la preghiera islamica

- La Redazione

Durante il concerto di Justin Bieber a Istanbul, lo scorso 2 maggio, la star ha interrotto due volte lo show per rispettare la preghiera islamica o per capricci da star?

justin-bieber
Justin Bieber (Infophoto)

L’altro giorno, 2 maggio, Justin Bieber si è esibito a Istanbul, in Turchia. Durante il concerto la musica è stata spenta e Justin è andato nel backstage per due volte. La decisione di interrompere lo show non è stata dettata da malori o capricci da star, ma per rispettare l’Azan, la preghiera islamica che viene onorata cinque volte al giorno nelle moschee, due dei quali cadevano durante il concerto. Il gesto è stato molto apprezzato dai fan del cantante che hanno scritto numerosi tweet ringraziando Justin Bieber per aver portato rispetto verso la loro religione. 

Molto diversa la versione di un giornale turco, più orientato a screditare Justin Bieber. Secondo il quotidiano la star canadese sarebbe tornata due volte nel backstage perché infastidito dal continuo lancio di oggetti sul palco. Sembra che gli organizzatori abbiano invitato i fan a non lanciare altri oggetti in modo che Justin potesse continuare lo show. Un episodio simile era capitato a Milano nel 2011. Nel corso del concerto alcuni fan avevano lanciato degli oggetti sul palco, ma Justin aveva chiesto: “Per favore, non lanciate oggetti sul palco, potrei pestarli e cadere“. L’invito non era stato accolto e Justin si era ritirato nel backstage. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori