MARCO MENGONI/ Video, sale la febbre per il concerto, ma da youtube…

- La Redazione

Un giovanissimo Marco Mengoni a soli 16 anni si esibisce durante il saggio canoro della sua scuola di canto: ecco il video. Intanto domani comincia la nuova tournée

mengoni
Mengoni

Questa sera, domenica 5 maggio, parte L’essenziale Tour di Marco Mengoni, con la data zero a Civitanova Marche. Il cantante di Ronciglione che ha vinto il Festival di Sanremo 2013 con la canzone “L’essenziale”, già disco di platino, porterà il suo nuovo album “#PRONTOACORRERE” in giro per la Penisola. Il tour ha già registrato numerosi sold out, come la data zero a Civitanova in cui sono giunte prenotazioni anche dall Sicilia. Dopo la data zero il tour prosegue a Milano, l’8 maggio, dove è stato registrato il tutto esaurito. E quando mancano poche ore all’inizio del tour e ai tanti fan che sostano davanti al teatro di Civitanove durante le prove Marco Mengoni ha appeso un messaggio apposito sulla porta: “Marco prega l’esercito di non rovinarsi la sorpresa del concerto sostando in prossimità del teatro. PS: Baci a tutti”.

Ma per chi non potesse resistere, nell’attesa di godersi lo spettacolo di stasera, spunta un video d’annata, ma ripubblicato in queste ore su youtube, che ritrae un Mengoni come molti non lo hanno conosciuto. Com’era il “Re matto” della musica italiana, prima di vincere la terza edizione di X Factor Italia? Quasi irriconoscibile, un po paffutello, capelli mossi e ricci: questo è Marco Mengoni nel 2004. Aveva 16 anni e in questo video scoperto in qualche modo su Youtube lo si vede esibirsi al saggio di canto organizzato dalla sua insegnante appunto di canto. Il brano prescelto per l’esibizione è un classico della canzone americana, interpretato anche da Aretha Franklin per dirne una e cioè “(You Make Me Feel Like) A Natural Woman” scritto da Carole King. Si capisce sentendolo esibirsi a così giovane età che il giovanissimo Mengoni ha già delle doti che infatti gli permetteranno di avere il successo di cui sta godendo adesso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori