ONE DIRECTION/ A scuola è importante essere sul “pezzo”

- La Redazione

Le scuole cattoliche e private italiane ma anche quelle del Regno Unito fanno leva sulle passioni dei loro alunni per incentivare il rendimento scolastico

one-direction-libro-2013
One Direction

Anche le suore amano gli One Direction. Ad annunciarlo è l’utente di Twitter @Fermenticattoli che dopo aver postato una foto di quattro suore intente ad armeggiare in torno a una console, twitta: “Per chi considera arretrate le scuole cattoliche. Saggio di inglese scuola Sacro Cuore stanno per cantare brano degli One Direction“. Insomma anche le suore e le scuole cattoliche sono al passo coi tempi. O meglio sanno come destare l’attenzione dei loro alunni e l’unico modo è conoscere i loro interessi, le loro passioni. E se la scuola in questione accoglie almeno una ragazzina, le insegnanti non possono non conoscere vita, morte e miracoli di Harry Styles, Louis Tomlinson, Zayn Malik, Liam Payne e Niall Horan.Quindi fare leva sulle passioni dei giovani e sugli idoli del momento sembra una mossa vincente nelle scuole cattoliche italiane, ma anche in quelle private del Regno Unito. Lo sa bene Jeff Hughes, preside del prestigioso liceo Penket nel Chesire, che ha sfoderato astuzia e autoironia per incentivare i suoi studenti a migliorare il rendimento scolastico: “In dicembre vi avevo promesso che, se aveste raggiunto gli obiettivi scolastici prefissati, avrei ballato per voi Gangnam Style di PSY.  Bene, vi siete impegnati in modo incredibile, raggiungendo risultati senza precedenti nella storia del nostro istituto”. Ogni promessa è debito, e così visto che i suoi studenti hanno migliorato i voto, evidentemente curiosi di vedere ballare il loro preside sulle note della canzone più famosa del 2012, Hughes si è calata nei panni del cantante coreano, regalando ai suoi ragazzi una versione esilarante e sicuramente unica del tormentone Gangnam Style. Nel video, che su YouTube ha superato le 138.000 visualizzazione, il preside appare davvero a suo agio riproponendo i famosi passi della coreografia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori