BRUCE SPRINGSTEEN/ Milano, oggi il concerto a San Siro: la scaletta è ancora un mistero

- La Redazione

Il grande giorno è ormai arrivato. Dopo lo straordinario concerto di Padova del 31 maggio scorso, Bruce Springsteen sarà questa sera a Milano per la nuova data del suo tour italiano

bruceok_R439
Immagine di archivio

Il grande giorno è ormai arrivato. Dopo lo straordinario concerto di Padova del 31 maggio scorso, Bruce Springsteen sarà questa sera, lunedì 3 giugno, a Milano per la nuova data del suo tour italiano, in uno stadio San Siro ovviamente strapieno e come sempre pronto ad accogliere il “Boss”. Per Bruce è la quinta volta che si esibisce a San Siro: la prima volta è stata nel 1985 dvoe è scoccato il colpo di fulmine tra la città meneghina e il cantante del New Jersey. Ogni volta che viene a Milano Springsteen fa parlare di sé, basta ricordare il concerto del 2003 sotto il diluvio, le polemiche del 2008 per i famosi 22 minuti di disobbedienza al coprifuoco acustico e il concerto del 2012 durato 3 ore e 40 minuti. A poche ore dall’inizio del concerto i fan si chiedono quali saranno i brani in scaletta, ma il Boss ama cambiare la set list per rendere ogni concerto unico e irripetibile. Venerdì 31 Bruce Springsteen e la sua band si sono esibiti allo Stadio Euganeo di Padova, dove il Boss ha eseguito per intero l’album “Born To Run” e regalato al proprio pubblico altri brani raramente suonati. Come ha recentemente scritto su queste colonne Luca Franceschini a proposito del concerto di Padova, dopo il primo saluto iniziale del tardo pomeriggio, “Bruce ricompare sul palco da solo, chitarra acustica e armonica e attacca una “Ghost of Tom Joad” tirata allo spasimo, una esecuzione tesa e commovente come mai mi era capitato di ascoltare“. Poi arriva la band e si parte tutti insieme: “Long walk home” è il pezzo scelto per aprire a Padova, “così come talvolta è accaduto in questa leg europea. Un brano bellissimo, una perla del repertorio recente del Boss, che dice, dopo decenni di concerti in giro per il mondo, quanto sia bello avere un luogo a cui tornare”. L’anno scorso il Boss ha dato vita a un indimenticabile concerto incentarto principalmente sull’ultimo album “Wrecking Ball”, da allora nessun nuovo album è uscito. Ma si sa, il Boss è come Paganini e non ripete. È quindi aperto il toto scommesse sulla scaletta, ma sevolete farvi qualche idea date un’occhiata alla lunga set list di Padova.

The Promised Land

Growin’ Up

The Ghost of Tom Joad

Long Walk Home

My Love Will Not Let You Down

Two Hearts

Boom Boom

Something in the Night

The Ties That Bind

We Take Care of Our Own

Wrecking Ball

Death to My Hometown

Spirit in the Night

Thunder Road

Tenth Avenue Freeze-Out

Night

Backstreets

Born to Run

She’s the One

Meeting Across the River

Jungleland

Shackled and Drawn

Waitin’ on a Sunny Day

The Rising

Badlands

Pay Me My Money Down

Born in the U.S.A.

Dancing in the Dark

Twist And Shout

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori