SANREMO 2014/ Chi è Claudio Baglioni, già al Festival nel 1985 e con Fazio nel programma Anima mia

- La Redazione

Tra gli ospiti della seconda serata di Sanremo 2014 troveremo anche Claudio Baglioni, già in gara al Festival nel 1985 e che ha condotto con Fabio Fazio il programma Anima mia

baglioniconvoi_R439
Foto: InfoPhoto

Tra gli ospiti della seconda serata di Sanremo 2014 troveremo anche Claudio Baglioni. Si tratta di un grande ritorno per il cantante romano, che al Festival è stato solo una volta, nel 1985. Nato 16 maggio 1951 a Roma, Claudio Baglioni è un artista italiano che ha iniziato la sua carriera musicale ad appena 13 anni, quando nel 1964 partecipa a una gara canora organizzata a Centocelle. Gli inizi sono difficili, la carriera stenta a decollare e nei primi anni ’70 iniziano a uscire i suoi album. Il primo è “Claudio Baglioni”, del 1970, che non ottiene un grande successo. L’anno successivo, lo stesso album è rivisto, corretto e ripubblicato. Negli stessi anni conosce la sua futura moglie e stretta collaboratrice, Paola Massari.

Inizia a scrivere delle canzoni per celebri voci italiane, quali Mia Martini e Rita Pavone. Il 1972 è l’anno in cui inizia la scalata verso il successo con la pubblicazione dell’album “Questo piccolo grande amore”, che lo fa conoscere al grande pubblico come cantautore romantico che esprime, per la prima volta in Italia, il vero stile pop. Il singolo omonimo tratto dall’album scala le classifiche e vende novecentomila copie. Molti anni dopo, nel corso del Festival di Sanremo del 1985, la canzone sarà premiata come “canzone italiana del secolo”. Nel 1973 si sposa e pubblica un nuovo album, ma il successo maggiore, pari a quello del precedente album, lo ottiene con “E tu…”, registrato a Parigi e da cui è tratto il singolo omonimo vincitore del Festivalbar. I successivi album saranno tutti dei grandi successi: “Sabato pomeriggio”, “Solo”, “E tu come stai”.

Dopo un periodo di pausa durato tre anni, esce nel 1981 l’album “Strada facendo”, che gli vale una serie di premi tra cui quello di Miglior cantautore, premio assegnato dall’Associazione Critici Discografici. Divenuto padre nel 1982, scrive una canzone per il figlio, “Avrai”, che ottiene uno strepitoso successo rimanendo uno dei pezzi più rappresentativi dell’artista. I successivi anni ’80 sono segnati dalla pubblicazione di album come “La vita è adesso” e dal tour sperimentale “Assolo”. Un evento traumatico segna l’inizio degli anni ’90: un incidente automobilistico che gli procura numerose ferite e ferma la sua attività per un po’. Con un anno di ritardo, esce l’album “Oltre”; questo disco segna un nuovo momento di svolta per l’artista: contiene numerosi duetti con artisti quali Pino Daniele, Paco De Lucia, Youssou N’Dour, Mia Martini e altri.

Dopo gli attentati che costarono la morte a Falcone e Borsellino, Claudio Baglioni si esibisce a Palermo in un concerto contro la mafia. Nel 1995 esce “Io sono qui”, album che mostra l’innovazione e la maturità artistica del cantautore. Nel 1997 esordisce alla conduzione di una trasmissione televisiva al fianco di Fabio Fazio, intitolato “Anima mia”; questo esperimento televisivo ha successo e sarà replicato due anni più tardi.

Più volte si esibisce a Piazza San Pietro al cospetto del Papa e porta la sua musica in teatri prima dedicati esclusivamente alla musica lirica. Nei successivi anni escono una serie di raccolte dei precedenti successi fin quando viene pubblicato da Einaudi un libro curato da Vincenzo Mollica che ripercorre l’intera carriera del cantautore. Numerosi tour segnano gli anni 2000 e numerosi progetti discografici che rappresentano un elogio alla carriera, con rivisitazioni inedite di brani di successo. Nel 2012 esce un nuovo cd, “Un piccolo Natale in più”, che contiene esclusivamente cover di brani natalizi celebri. Nel maggio del 2013 ha annunciato che entro un anno sarebbe uscito il suo nuovo album, progetto intitolato “Con voi”, e nel corso dell’anno propone, di tanto in tanto, uno dei brani inediti che saranno contenuti nel cd.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori