SANREMO 2014/ Chi è Alessandro Haber sul palco con Giusy Ferreri in “Il mare d’inverno” di Ruggeri

- La Redazione

Alessandro Haber sarà presente nella quarta serata di Sanremo 2014 e salirà sul palco con Alessio Boni e Giusy Ferreri per cantare “Il mare d’inverno”, canzone di Enrico Ruggeri

haber_R439
Alessandro Haber

Alessandro Haber sarà presente nella quarta serata di Sanremo 2014 e salirà sul palco con Alessio Boni e Giusy Ferreri per cantare “Il mare d’inverno”, canzone di Enrico Ruggeri. Nato a Bologna nel 1947, Haber trascorse gran parte della sua infanzia in Israele, tornando in Italia solo all’età di nove anni. Sin da allora coltivò il sogno di diventare attore, e decise di farlo non frequentando scuole prestigiose, ma facendosi le ossa sul campo in una lunga gavetta che lo portò a iniziare a calcare le scene già a soli vent’anni. Nel 1967 infatti ebbe un piccolo ruolo nel film “La Cina è vicina” di Marco Bellocchio, e da lì in poi non si contano, a parte i ruoli da protagonista o coprotagonista, le piccole apparizioni e le comparsate.

Con il tempo, arrivarono le collaborazioni importanti, quelle che lo fecero scegliere da registi affermati, e lavorare al fianco di molti illustri colleghi. Riesce quindi a districarsi bene in ruoli leggeri da commedia, ma il suo tono più tipico è quello di un’ironica amarezza, che ben gli fece interpretare invece Pupi Avati scegliendolo per il suo “Regalo di Natale” nel 1986. Questo può definirsi il suo primo ruolo da vero protagonista, ed è quello che lo ha lanciato nell’Olimpo dei grandi attori, al fianco di Diego Abatantuono. In quello stesso anno, Haber recitò in altri tre film, mentre continuava anche a lavorare in teatro.

Seguirono negli anni Novanta molte altre pellicole come “Parenti Serpenti” nel 1992, per la regia di Mario Monicelli, dopo aver lavorato anche con Francesco Nuti e Giovanni Veronesi. Un’altra tappa importante della sua carriera si ebbe però nel 1994 con la pellicola “La vera vita di Antonio H.” di Enrico Monteleone, in cui interpreta un ruolo lontanamente autobiografico, la vicenda di un attore che si racconta davanti a una platea vuota.

Negli anni successivi, Haber dimostrò una volta di più di sapersi calare nei ruoli più diversi, recitando ad esempio ne “I laureati” (1995) e “Il ciclone” (1996) di Leonardo Pieraccioni. Negli anni 2000 è tornato, più precisamente nel 2004, a recitare per Pupi Avati nel seguito de “Il Regalo di Natale”, ovvero “La Rivincita di Natale”. Inoltre, iniziò una nuova avventura, quella della regia. Nel 2003 Haber ha infatti diretto personalmente “Scacco Pazzo”, continuando a recitare tanto al cinema quanto a teatro. Tra i suoi ultimi lavori ricordiamo “L’ultima ruota del carro”, film del 2013 di Giovanni Veronesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori