SANREMO 2014/ Chi è Riccardo Scamarcio, in duetto con Francesco Sarcina in “Diavolo in me” di Zucchero

- La Redazione

L’attore Riccardo Scamarcio sarà a Sanremo 2014 per un duetto con Francesco Sarcina. Insieme sul palco dell’Ariston porteranno la canzone di Zucchero ‘Diavolo in me’

scamarcio_r439
Riccardo Scamarcio (Infophoto)

In occasione della quarta serata di Sanremo 2014, dedicata ai duetti e ribattezzata Sanremo Club, Riccardo Scamarcio si esibirà insieme a Francesco Sarcina sulle note della canzone “Diavolo in me” di Zucchero. Il noto attore italiano è nato nel 1979 ad Andria e da subito ha mostrato una profonda inclinazione per la recitazione. A soli sedici anni decide di andare a Roma per studiare e si forma alla scuola di Nicolai Karpov. I suoi primi lavori sono per lo più a teatro e come modello nei fotoromanzi, mentre l’esordio in televisione avviene nel 2001, quando prima prende parte alla miniserie in due puntate “Ama il tuo nemico 2”, e poi con il telefilm “Compagni di scuola” insieme a Cristiana Capotondi, Laura Chiatti e Brando De Sica.

L’esordio cinematografico risale invece al 2003 con “La meglio gioventù”, per la regia di Marco Tullio Giordana, ma la vera consacrazione è l’anno seguente con il film di Luca Lucini “Tre metri sopra il cielo”: con il ruolo di Step, Scamarcio si guadagna il Globo d’Oro come miglior attore esordiente. Nel 2005, con il film “Texas” di Fausto Paradivino, riceve una nomination ai Nastri d’Argento come miglior attore non protagonista e trova l’amore incontrando l’attrice Valeria Golino con cui intreccia una relazione sentimentale. A questo punto la sua carriera di attore è ormai lanciatissima, tanto sul piccolo che sul grande schermo. Al cinema, con Michele Placido, interpreta nel 2005 “Romanzo Criminale”, e in televisione lo sceneggiato “La Freccia nera” nel 2006. Con Placido torna a lavorare nel 2009 con “Il grande sogno”, che ha come tema le lotte studentesche del ’68.

Le ultime interpretazioni di Scamarcio sono in “Mine Vaganti” (2010) di Ferzan Ozpetek, e “Un ragazzo d’oro” di Pupi Avati. Da non dimenticare la sua partecipazione al film di Woody Allen del 2012 “To Rome with Love”, per il quale ha avuto la nomination al Nastro d’Argento come miglior attore non protagonista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori