SANREMO 2014/ Chi è Simona Molinari, in duetto con Renzo Rubino in “Non arrossire” di Giorgio Gaber

- La Redazione

La quarta serata di Sanremo 2014 vedrà sul palco dell’Ariston il duetto tra Simona Molinari e Renzo Rubino insieme sul palco con la canzone “Non arrossire” di Giorgio Gaber

molinari_simona_r439
Simona Molinari

La quarta serata di Sanremo 2014 vedrà il duetto tra Simona Molinari e Renzo Rubino insieme sul palco con la canzone “Non arrossire” di Giorgio Gaber. Simona Molinari è nata a Napoli nel febbraio del 1983, ma si è presto trasferita a L’Aquila, dove è cresciuta. Il suo accostamento alla musica è stato molto precoce e già a otto anni ha iniziato a studiare canto, concentrandosi in particolare su leggera e jazz, per poi spostarsi sulla musica classica. Si è quindi diplomata al conservatorio del capoluogo abruzzese, per poi rivolgersi all’attività concertistica con molte serate nei piano bar che ne hanno aumentato la popolarità a livello regionale prima e nazionale poi. Nel corso del 2006 ha preso parte al Premio 25 Aprile, ottenendo il riconoscimento come miglior cantante della rassegna. Nel periodo in questione, ha inoltre iniziato a lavorare in ambito teatrale dando vita a collaborazioni con artisti del calibro di Michele Placido e Caterina Vertova.

Nel 2007 è stata invece chiamata a far parte del cast italiano del musical Jekyll & Hyde, nel quale era presente anche Giò Di Tonno. Nell’anno successivo ha invece partecipato a Sanremolab, aggiudicandosi la manifestazione e il diritto di partecipare alla successiva edizione della kermesse canora ligure, nell’ambito della sezione riservata alle giovani promesse. Qui ha duettato insieme a Ornella Vanoni in “Egocentrica”, brano che è poi diventato il singolo d’esordio della cantautrice. Anche il successivo album in studio, il primo, uscito nel febbraio del 2009, ha avuto poi lo stesso titolo. Nelle settimane successive al terremoto che ha distrutto L’Aquila, la Molinari ha inciso un singolo dal titolo “Ninna Nanna”, allegato al quotidiano Libero, al fine di raccogliere fondi per le popolazioni vittime del disastroso evento sismico. Un impegno, quello al fianco delle popolazioni abruzzesi, poi riconfermato dalla partecipazione ad Amiche per l’Abruzzo, il concerto organizzato a San Siro da un gruppo di prestigiose autrici italiane tra cui Giorgia, Fiorella Mannoia, Laura Pausini, Elisa e Gianna Nannini. 

Nel 2010 la Molinari ha avuto l’occasione di collaborare nuovamente con Ornella Vanoni, insieme alla quale ha cantato “Amore a prima vista”, nuovo singolo che ha avuto un buon riscontro commerciale e che è stato il prologo al secondo album in studio, “Croce e Delizia”. L’album, uscito nel mese di giugno, ha ancora una volta messo in mostra una ottima qualità complessiva, tale da spingere la sua candidatura ai Wind Music Awards nella categoria riservata ai giovani artisti, con una vittoria finale a sigillarla.

Il 2011 è stato invece l’anno di “Tua”, il terzo lavoro in studio, preceduto dall’uscita del singolo “Forse”, realizzato insieme a Danny Diaz, famoso jazzista di Hong Kong, e di “In cerca di te”, un brano cantato in coppia con Peter Cincotti, rielaborazione di una nota canzone del 1945. L’album, oltre a Danny Diaz e Peter Cincotti, ha visto la collaborazione di Dado Moroni e ha raggiunto la ventinovesima posizione nella classifica di vendita italiana. 

La collaborazione con Peter Cincotti è proseguita anche nel corso del 2013, quando ha partecipato al Festival di Sanremo con il brano “La felicità”, poi classificatosi al tredicesimo posto finale. Preludio all’uscita del quarto lavoro in studio, dal titolo “Dr. Jeckyll Mr. Hyde”, ancora una volta distinto da un lungo elenco di collaborazioni, come quelle prestigiose con Gilberto Gil e Lelio Luttazzi. Un album premiato da un buon riscontro in termini di vendite, che ha raggiunto anche la sedicesima posizione delle classifiche italiane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori