ONE DIRECTION/ News, Liam Payne smentisce le voci di rottura. Una reunion? Semmai nel 2050!

- La Redazione

One direction, news e gossip. Liam Payne, mambro degli 1D ha smentito i rumors circa lo scioglimento della band dicendo come siano tutti felici e soddisfatti. Oggi, 22 febbraio 2014

1D-album-cover
One Direction la copertina di "Midnight Memories"

Liam Payne smentisce tutte le voci che vogliono gli One Direction a vicini alla rottura: lui, Harry Styles , Louis Tomlinson , Zayn Malik e Niall Horan sono giusto all’inizio di un lungo cammino. Il cantante della boy band, intervistato dal The Sun ha detto: “Non ci stiamo dividendo, ci sentiamo tutti ogni giorno e ci stiamo godendo il fatto di essere uniti in questa esperienza”. I milioni di fan sparsi in tutto il mondo possono dunque stare tranquilli: i loro beniamini hanno tutta l’intenzione di dominare – insieme – la cena musicale per i prossimi decenni; il viaggio, partito da XFactor, continuerà ancora per molto tempo. E quando a Liam viene chiesto di cosa ne pensa di una reunion in un lontano futuro dice: “Semmai, nel 2050!”. 

Niall Horan degli One Direction ha vissuto una brutta esperienza durante l’after-party organizzato dalla sua casa discografica dopo i BRIT Awards 2014. Il ragazzo è rimasto bloccato nell’ascensore dell’Arts Club per più di cinque minuti e ha sofferto di una piccola crisi claustrofobica. Niall infatti soffre di claustrofobia e, dopo essere rimasto chiuso per ore in un ascensore a dicembre dello scorso anno, aveva iniziato a leggere libri di auto-aiuto per superare la sua paura degli spazi chiusi. Ma l’altra sera l’ascensore dell’Arts Club si è momentaneamente guastato mentre Niall vi si trovava insieme ad altre sette persone. Uno dei passeggeri si è messo a riprendere la scena e Niall appare evidentemente nervoso: “Tutti avevano caldo ed erano scocciati. Lui era chiaramente nel panico”, ha raccontato uno dei testimoni. “La sicurezza ha subito cercato di far ripartire l’ascensore”, ha aggiunto la fonte. Fortunatamente Niall è rimasto bloccato pochi minuti e quando tutto si è risolto il gestore del locale si è scusato con il management della band.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori