SANREMO 2015/ Prima serata i commenti e i retroscena dal nostro inviato al Festival

- Angelo Oliva

Il nostro inviato a Sanremo ANGELO OLIVA ci riassume in diretta la prima serata del festival, momento per momento con i suoi commenti, voti e pareri ecco di cosa si tratta

Conti_Carlo_Sanremo2015R439
Immagine di archivio

Inizia puntuale la 65esima edizione del festival della canzone italiana di Sanremo versione Carlo Conti. Soprattutto inizia con una grande novità…. Un lungo video di presentazione del festival realizzata  con i veri protagonisti del Festival: i cantanti. Simpatico, divertente e con ritmo. Ecco quello che si mormorava in sala stampa. Per il momento Carlo Conti mantiene i patti. Giusto il tempo di presentazione dell’orchestra e Carlo entra dalla scenografia super tecnologica in grande forma indossando il vestito delle grandi occasioni.

Dopo una breve presentazione inizia ufficialmente la gara. Sono da poco passare le 21:20 ed il compito di aprire le danze tocca a Chiara con la canzone Straordinario. Chiaramente emozionata – scusate il gioco di parole – porta a termine la sua performance con molta eleganza. In sala stampa si ride con l’immagine di Chiara più alta di una spanna rispetto a Carlo. “Non sono io basso” sottolinea Carlo Conti ” e lei che é molto alta”.

Ma i tempi stringono ed é ora di presentare la prima valletta. Con un bellissimo abito bianco entra Emma visibilmente emozionata. “Mi sento una vera principessa” confessa a Carlo e poi racconta la sera della vittoria del suo Sanremo. Conferenza stampa – che con i colleghi ricordiamo bene – dirette TV ed albergo sola con mamma e papà. Proprio tutto quello che normalmente abbiamo nel nostro immaginario da VIP. La gara continua con Gianluca Grignani ed il brano Sogni Infranti. É il turno di entrare in scena  per Arisa vestita di rosso e subito non si smentisce: “sono uscita proprio come una pippa”. Noi adoriamo questa donna. Sottile ed intelligente il riferimento al suo Cognome – Pippa – che spesso nessuno ricorda. Lei presenta il terzo concorrente in gara Alex Britti con Un attimo importante. Sono le 21:40 e siamo veramente velocissimi. Anche nel presentare la famiglia Anania la più numerosa d’Italia con ben 16 figli. Chiari riferimenti alla divina provvidenza del capo famiglia il signor Aurelio. Carlo regge bene il gioco ed il risultato é piacevole. Anche l’umore della sala stampa é buono. La gara prosegue con Malika Ayane e la sua Adesso e qui. Sono le 21:50 e in scena entra Rocio Munoz Morales vestita da vera spagnola. Primo vero stacco pubblicitario della diretta. Ne seguiranno ben otto prima del termine della puntata. A parte la piccola divagazione, si rientra con Tiziano Ferro, il primo super ospite della serata. Lui canta i suoi grandi successi da vero protagonista e si propone come co-conduttore per il prossimo Festival. Ti prego Tiziano! Non come “valletto”. Ai posteri questa sentenza. La gara? Ah giusto, la gara! Alle 22:16 arrivano i Dear Jack con Il mondo esplode tranne noi. Arriva il momento di sorridere al Festival. Ci pensa Alessandro Siani ed il suo tagliente umorismo napoletano. Il suo stile inconfondibile non perdona, anche se alcune battute le abbiamo sentite spesso. Vabbè, anche questo é Sanremo. Bello e toccante il saluto al grande Pino Daniele.  La gara continua con Lara Fabia e la canzone Voce. Sono le 22:56 ed arriva il primo cambio di scaletta. Al posto di Fabrizio Pulvirenti – il medico italiano guarito dal virus Ebola – arrivano gli ospiti più attesi di questa edizione del Festival di Sanremo Albano e Romina.

Con loro la sala stampa del PalaFiori mostra la sua parte – concedetemi il termine – più tamarra   Si canta e tutto diventa surreale, quasi imbarazzante. Le mani si alzano al cielo e “Felicità” fa tremare i muri della sala stampa. Dopo ore ed ore di sudato lavoro, ci si concede qualche minuto di leggera follia rigenerativa. La gara. Sono le 23:15 ed é il turno di Nek con Fatti avanti Amore. Confesso! La canzone che più mi é piaciuta in questa prima serata e che vedrei bene come vincitrice. Lo so! Mi sono sbilanciato! Ma dovevate pure aspettarvelo.  Ok chiusa la divagazione, torniamo allo show. Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi creano una strana ed emozionante atmosfera sul palco dell’Ariston con la loro autobiografica Io sono una finestra. Ma il tempo scorre inesorabile ed i tempi della scaletta devono essere rispettati. Canta Annalisa la canzone Una finestra tra le stelle, artista numero nove nell’ordine di uscita. Sono ormai le 23:37 e siamo in perfetto orario. Ed i Boiler? Dovrebbero far sorridere? Andiamo oltre. Nelsii con la sua Buona fortuna amore chiude la decina in gara per questa prima serata del Festival.  Clip riepilogativa delle canzoni ascoltate.  Con Nek in sala stampa parte l’applauso. Sarò di parte? Comunque, per dovere di cronaca, sono le 23:55 ed ecco il secondo cambio di scaletta. Al rientro della pubblicità arrivano gli americani Imagine Dragons. Con i tanti milioni di dischi venduti non hanno certo bisogno di ulteriori presentazioni. Carlo Conti fa le classiche domande di rito è da spazio alla loro esibizione acustica con Demons e I bet my life.  Ecco! Entra in scena Francesco Cicchella. Convenevoli. Complimenti  e via verso il finale. Ma non é ancora tutto finito. Almeno le emozioni hanno ancora un piccolo spazio con Arisa ed Emma che cantano Il carrozzone di Renato Zero. Un ricordo alle tante e straordinarie personalità che hanno calcato il palco dell’Ariston fanno da sfondo alla canzone. I ricordi si mischiano ad alcune sincere lacrime di ricordi. Ma nulla é perduto. Dalla sala stampa del Roof Rocco Tanica e la sua surreale rassegna stampa riportano il sorriso.  Pensierini della sera del conduttore è delle “vallette” abbastanza scontati ma non fuori luogo ed é tempo di tirare le somme. Alle 00:40 arriva la classifica provvisoria in ordine sparso.

Tra i primi sei, cioè che potrebbero passare il turno alla finale, troviamo Malika Ayane, Chiara, Dear Jack, Nesli, Annalisa e Nek.

Mentre gli ultimi quattro, quindi a rischio eliminazione, sono Di Michele e Coruzzi, Alex Britti, Lara Fabian e Gianluca Grignani.

Alle 00:45 la prima serata del Festival di Sanremo può finire con un ritardo sulla tabella di marcia di soli 15 minuti. Non male! Sia il Festival di Carlo Conti che il ritmo frizzante della diretta. Buoni presupposti per una seconda e scorrevole seconda serata. Avremmo parlato troppo presto?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori