Annalisa Scarrone / Testo canzone “Una finestra tra le stelle”: Festival di Sanremo 2015, il commento della cantante e l’analisi. La sua dichiarazione

- La Redazione

Annalisa Scarrone è uno delle cantanti in gara tra i Big alla 65esima edizione del Festival di Sanremo 2015 con il brano “Una finestra tra le stelle“, ecco il suo commento e l’analisi

Sanremo2015_LogoR439
Annalisa Scarrone

Alla vigilia della quarta puntata di Sanremo 2015,  Annalisa ha rilasciato una dichiarazione nella sala stampa  “Lucio Dalla” del Palafiori in cui ha parlato del suo passato da concorrente di un talent e del suo presente come cantante ormai affermata: “Il mio progetto musicale è connotato da carica e intensità. Ne vado fiera. È un’annata particolare, ancora non si è individuato un vero favorito. La mia crescita artistica parte da quella umana, ho maggiore esperienza e sono più consapevole dell’importanza di essere qui al Festival. Sto ricevendo tanti complimenti, anche dai colleghi. Vengo dai talent, ma penso che per chi proviene da quella realtà, passata l’opportunità e l’attenzione iniziale, sia comunque necessario dimostrare nel periodo successivo di saper camminare con le proprie gambe. Viceversa, non si va lontano”.

Testo canzone “Una finestra tra le stelle”, Annalisa Scarrone commenta il brano del Festival di Sanremo 2015 – “Ti arriva come uno schiaffo, ha questa positività incredibile e travolgente, che è quello che secondo me serve ed è giusto per un contesto così”. Sono queste le parole con cui Annalisa Scarrone descrive il suo brano “Una finestra tra le stelle”, in un’intervista esclusiva rilasciata a Blogo pubblicata poi nella sezione SoundsBlog. La cantante di Savona si è esibita martedì 10 febbraio 2015, durante la prima serata, sul palco della 65° edizione del Festival di Sanremo ed è in gara nella categoria Big proprio con questo pezzo, che è stato scritto per lei da Kekko Silvestre. Quando le è stato chiesto perché ha preferito il pezzo di Silvestre piuttosto che un suo brano, Annalisa ha replicato “perché il brano di Kekko è quello giusto: appena l’ho sentito, e appena lui me l’ha fatto sentire – l’ha scritto apposta per ed è un anno e mezzo che è lì – da subito era proprio quello, non c’erano dubbi che fosse il brano giusto”. Clicca qui per leggere l’analisi del testo di Annalisa Scarrone proposta da ilsussidiario.net.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori