JAMES MCELVAR/ Il cantante della boy band Rewind collassa su un volo EasyJet

- La Redazione

Per non pagare una tassa extra il cantante di una boyband scozzese ha indossato dodici strati di vestiti diversi e una volta a bordo dell’aereo è collassato ecco cosa è successo

rewind_boyband_R439
A sinistra, James McElvar, foto da twitter

Non voleva pagare le 45 sterline necessarie per un bagaglio supplementare, dato che aveva troppi abiti con sè. Così James McElvar, cantante nella boyband scozzese dei Rewind, ha pensato bene di indossare tutto quello che aveva prima di imbarcarsi su un volo che da Londra doveva riportarlo a Glasgow. Sei t-shirt, quattro maglioni, tre paia di jeans, due paia di pantaloni da jogging, un paio di giacche e due cappelli è stato il modo con cui è salito a bordo. Tre ore dopo il ragazzo era in ambulanza diretto al più vicino ospedale. Una volta a bordo infatti è collassato. Ha poi raccontato che appena a bordo aveva intenzione di togliersi di dosso tutti quei vestiti, non riusciva infatti quasi a camminare e stava stramazzando dal caldo. Gli è però stato impedito di farlo fino a quando l’aereo non è partito, ma quando ha cominciato a spogliarsi la sua temperatura corporea era già molto alta. Fortunatamente a bordo c’era un medico che ha potuto prestargli i primi soccorsi e quando è sbarcato a Glasgow è stato portato in ospedale dove ha pienamente recuperato. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori