NOMADI / Concerto a La Vela ad Empoli. Info e scaletta. Work in progress per la band italiana! (oggi, sabato 25 luglio)

- La Redazione

Nomadi, concerto all’area La Vela ad Empoli nell’ambito del Tour 2015 della band italiana. L’inizio del concerto è fissato per le 21:30. Info e scaletta (oggi, sabato 25 luglio).

Concerto_Palco_FumoR439
Concerto (Fonte Infophoto)

Serata di grande musica italiana per gli appassionati del genere. Oltre ai Negrita, questa sera, in concerto ad Empoli, ci sarà anche la storica band dei Nomadi. Un appuntamento imperdibile per uno dei gruppi che ha fatto la storia della musica italiana con alcuni dei brani più famosi come “Io, vagabondo”. Nella zona Avane, presso l’area La Vela è già tutto pronto per l’inizio dello spettacolo. Cliccate qui per vedere il post.

Questa sera, sabato 25 luglio, la storica band italiana dei Nomadi è protagonista ad Empoli e per la precisione nella zona Avane presso l’area La Vela, di un atteso concerto. Un evento che rientra nel Tour 2015 della band che da tantissimi anni è protagonista dello scenario musicale italiano con canzoni di grandissimo appeal come Io vagando, Dio è morto, Noi non ci saremo, Gli aironi neri e tanti altri ancora. L’inizio dell’evento nel corso del quale verranno inseriti anche i pezzi dell’ultimo lavoro discografico intitolato Lascia il segno, è fissato per le ore 21:30 con la Prefettura ed il Comune di Pistoia che hanno previsto un apposito piano logistico per evitare possibile problematiche anche per mezzo del servizio navetta.

I Nomadi sono i concerto questa sera all’area La Vela ad Empoli e dovrebbero seguire la seguente scaletta di canzoni: Ancora ci sei, Noi non ci saremo, Terzo tempo, Come va la vita, Fiore nero, Non c’è tempo da perdere, 20 de Abril, Tutto a posto, Io come te, Animante, Lascia il segno, Marinaio di 20 anni, Dove si va, Io voglio vivere, Se non ho te, Ala bianca, Il vento tra le mani, Apparenza, Tutto vero, La vita che seduce, Goodbye, Utopia, Aironi Neri, Ho difeso il mio amore, Ma che film la vita, Canzone per un’amica, Dio è morto, Io vagabondo, Tedeum.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori