GEORGE MICHAEL/ Adinolfi: è ingrassato? Colpa della marijuana

- La Redazione

Per Mario Adinolfi la causa dell’improvviso ingrassamento del cantante George Michael è il fatto che fuma troppa marijuana che secondo lui fa ingrassare, ecco di cosa si tratta

george_michael_grasso_R439
George Michael, foto dal web

La marijuana ha senz’altro tante colpe, ma fino a oggi nessuno studio e  nessun esperto di cannabis ha mai provato o detto che faccia ingrassare. Per Mario Adinolfi, politico, giornalista, attivista, invece la marijuana fa ingrassare. Lo ha dedotto commentando le recenti foto del cantante George Michael che appare invero piuttosto grassottello e invecchiato. L’ex cantante degli Wham ha avuto diversi problemi per abuso di cannabis, ha anche fatto degli incidenti andando a finire con la macchina dentro la vetrina di un negozio, è stato arrestato, condannato e via dicendo. Adinolfi, che ha qualche problema di peso anche lui, sembra voler difendere Michael che negli ultimi giorni è stato preso in giro pesantemente per il sovrappeso sui social network, e poi aggiunge una stoccata personalissima: “Nessuno e dico nessun giornale o sito riporta nella titolazione la vera parola chiave del crollo che è: cannabis. Per la cannabis è finito in prigione cinque anni fa, per la cannabis ha combinato infiniti casini, ha giurato di “non toccarla più da un anno e mezzo”, poi a giugno si è ricoverato in una clinica svizzera specializzata in disintossicazioni da cannabis”. Per concludere con una calda raccomandazione: ” Ragazzi, farsi le canne fa molto male. Il problema di George Michael non è che è ciccione e prima era carino. È la cannabis”. Sarà vero? Quello che si sa dal punto di vista medico è che chi smette di drogarsi ingrassa in modo piuttosto vistoso. Sarà forse dunque vero il contrario, e che cioè George Michael ha smesso abitudini pericolose? E poi: è tanto grave prendere qualche chilo comnsiderando che Michael non è più un ragazzino?



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori