MEETING 2015/ Il concerto di chiusura: sul palco Miami & The Groovers (con lo spirito di Springsteen)

- Luca Franceschini

La trentaseiesima edizione del Meeting di Rimini si chiude oggi 26 agosto con l’esibizione di una band di Rimini, Miami & THe Groovers, ecco chi sono. di LUCA FRANCESCHINI

miami_new_cd_R439
Miami and the Groovers

Saranno i Miami & The Groovers a chiudere con un concerto da headliner questa edizione del Meeting per l’amicizia tra i popoli, iniziato a Rimini il 20 agosto e che si concluderà questa sera, proprio con l’esibizione della band romagnola. 

Il gruppo è guidato dal cantante e chitarrista Lorenzo Semprini, musicista storico e attivissimo sulla scena di Rimini e dell’Emilia Romagna in generale, organizzatore dell’evento Glory Days dedicato alla musica di Bruce Springsteen (si svolge tutti gli anni a settembre e quest’anno vedrà la partecipazione come ospite del cantautore americano Elliott Murphy, nel 2004 sul palco del Meeting di Rimini) e di altre interessanti manifestazioni come Risuona Rimini. 

Sono attivi dal 2005, hanno pubblicato quattro dischi in studio e due dal vivo (l’ultimo uscito anche in formato DVD) e macinano chilometri su chilometri esibendosi in lungo e in largo per l’Italia, in una maratona concertistica che non prevede mai meno di un centinaio di date ogni anno. Hanno suonato anche all’estero (Svezia e Austria soprattutto) e Lorenzo è l’unico artista italiano ad essere invitato da anni ai celebri Light of Day, la manifestazione benefica che Bruce Springsteen organizza ad Asbury Park, New Jersey, la città dove è cresciuto e da dove è partito il suo successo. Un happening a cui prendono sempre parte i più importanti musicisti della scena e in cui Semprini ha avuto più volte il privilegio di dividere lo stage col Boss in persona. 

Il loro ultimo lavoro in studio, “The Ghost King”, è uscito a marzo e all’epoca ce ne siamo occupati ampiamente. Si tratta di un disco riuscitissimo, che accanto al rock a stelle e strisce da sempre marchio di fabbrica del quintetto, ha incorporato influenze più vaste che vanno dal folk al blues. 

Il 26 ascolteremo dunque le nuove canzoni (che dal vivo, possiamo garantirlo, rendono alla grande), le cose migliori dei dischi precedenti ma anche, è ragionevole crederlo, parecchie cover che ci racconteranno un bello spaccato di musica anglosassone, da Springsteen ai Clash, da Johnny Cash ai Waterboys, da Elvis agli Who. I Miami, oltre che autori di grande musica, sono soprattutto dei fan e gli omaggi ad altri artisti fanno da sempre parte dei loro spettacoli. 

La formazione sarà quella classica: Lorenzo Semprini (chitarra e voce), Luca Angelici (basso), Marco Ferri (batteria), Alessio Raffaelli (tastiere). Solo per questa data, il chitarrista Beppe Ardito sarà sostituito da Claudio Olivieri e da Marcello Dolci. Quest’ultimo si occuperà anche delle parti di violino che sul disco sono state suonate da Federico Mecozzi.  

Per chi ancora non li conosce, si tratta di un’occasione privilegiata per scoprire uno dei migliori gruppi che abbiamo in Italia. 

Miami & The Groovers 

“The Ghost King Tour” 

Rimini Fiera 

Ore 21.45 

Arena Frecciarossa 1000 D3

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori