FRANCESCO RENGA/ Il concerto di Brescia. Chiudo il tour tornando “a baita“ (in dialetto bresciano…)

- Angelo Oliva

Francesco Renga ha concluso ieri sera il suo tour nazionale suonando nella sua città, Brescia, con un grandissimo successo. Ecco la recensione di ANGELO OLIVA

Renga_FrancescoR439
(InfoPhoto)

Riuscire a coronare il proprio sogno nella musica è sicuramente una bella soddisfazione. Chiudere in bellezza un tour nella propria città ed in mezzo a tante persone che ti vogliono bene, non ha prezzo. Francesco Renga ieri sera nella sua amata Brescia, ha realizzato questo sogno chiudendo il suo fortunatissimo Tempo Reale Extra Tour nato dall’omonimo disco uscito lo scorso marzo dopo la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2014. 

Il Tempo reale Extra Tour partito lo scorso 2 giugno dalla Sardegna, con i suoi numerosi sold out, ha regalato all’artista grandi soddisfazioni, “idee ed entusiasmo per il prossimo lavoro in studio“ come ci confessa quando lo incrociamo sotto il portico della loggia. 

“E’ il momento di iniziare il percorso che porterà al nuovo disco. E poi… torno a baita per l’ultima data di questo tour. E’ la ciliegina su una torta perfettamente riuscita“. Un Francesco Renga carico, contento e sorridente che sale sul palco con una marcia in più: la sua città e i suoi affetti. Nella piazza strabordante di fan, ci sono gli amici d’infanzia con i quali ha condiviso sin dai primi anni dell’adolescenza, appena sedicenne, i sogni di musica. La famiglia e i parenti che hanno vissuto le evoluzioni e trasformazioni di Francesco, magari dispensando consigli e qualche abbraccio. E non ultimi i fan, arrivati da ogni parte d’Italia e non solo. Un ristoratore con le vetrine che affacciano su Piazza della Loggia ci dice di avere prenotazioni per questa sera da quasi un anno. 

Troviamo persino una ragazza messicana che ci confessa di arrivare dal suo paese proprio per Francesco Renga, che da qualche tempoaffronta il mercato latino con ottime soddisfazioni. Francesco conquista subito, sin dalle prime note con una carica fuori dal comune. Il sorriso non smette di abbandonare il suo viso per l’intera durata del suo show. Il pubblico ripaga cantando, urlando e creando coreografie con palloncini rossi e luci da smartphone. 

Lo spettacolo è denso di emozioni e canzoni che hanno reso Francesco Renga uno dei più apprezzati cantautori italiani. Da Raccontami a Cambio direzione. Per poi riscoprire Un giorno Bellissimo, Sto già bene,Meravigliosa, Tracce di te e Dove il mondo non c’è più. Non mancano le canzoni dell’ultimo lavoro Tempo reale. Arrivano anche loro con in testa successi come “Il mio giorno più bello nel mondo” e“L’amore altrove” portato al successo con Alessandra Amoroso. Francesco Renga chiude il lungo concerto con il brano Angelo, regalando al pubblico una sorta di abbraccio/augurio di felicità da portarsi come un caro ricordo nel cuore.

Insomma! Francesco Renga ha ancora tanta voglia di raccontarsi e mantenere saldo il suo posto nel panorama musicale italiano e non solo. Una grande carica e serenità che lo portano a continuare, con lo spirito di quel sedicenne carico di sogni, il suo viaggio di musica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori