MATTEO CAMBI/ Una “Margherita di spine” per ricominciare: oggi la presentazione

- Angelo Oliva

Matteo Cambi, inventore e fondatore del marchio con la famosa Margherita G U R U, sarà protagonista presso il Mondadori Megastore di Milano

Matteo-Cambi_R439
Matteo Cambi

Dopo essersi messo a nudo, in tutti i sensi, nell’ultima edizione dell’isola dei famosi, oggi lunedì 11 aprile alle ore 18.30, Matteo Cambi, inventore e fondatore del marchio con la famosa Margherita G U R U, sarà protagonista presso il Mondadori Megastore di via San Pietro all’Orto 11 a Milano per presentare il suo libro “MARGHERITA DI SPINE – Ascesa e caduta dell’inventore di G U R U” edito da Mondadori, nel quale sono ripercorsi i grandi successi imprenditoriali ottenuti fino alla caduta, segnata dall’abuso di cocaina e dalla reclusione in carcere. Disponibile dallo scorso 9 febbraio in libreria, l’autobiografia scritta a quattro mani attraverso la penna di Gabriele Parpiglia, giornalista, speaker radiofonico e autore tv, è la vera storia di Matteo Cambi.

Matteo, classe 1977, si racconta senza indulgenza e senza omissioni di sorta, con lucidità e senso critico. Soldi, belle donne, suite principesche nei più costosi alberghi del mondo. Ed ancora ville, auto private, elicotteri, yacht ed un’azienda che continua a crescere aumentando vertiginosamente il fatturato mese dopo mese. Le sue sette carte di credito venivano “strisciate” su pagamenti per oltre 200mila euro, mentre le donne strisciavano ai suoi piedi.

Matteo racconta e ripercorre le feste faraoniche di Lele Mora e Flavio Briatore. Del mondo della Formula Uno. Dagli eccessi dell’alcol all’inferno della cocaina. Dei primi successi aziendali del marchio G U R U in Italia e nel mondo. Di quando la maglietta con la margherita diventò oggetto del desiderio e simbolo indiscusso di moda. Un racconto che non dà tregua, come una corsa in discesa a tutta velocità, senza freni. Una vita esagerata, condita da una creatività fuori dal comune. Un istinto naturale per il business ed una predisposizione all’eccesso, che portano Matteo Cambi a passare dal coraggio all’incoscienza, dalla lucidità imprenditoriale al delirio di onnipotenza e verso il successo, i milioni, la droga, fino ad a un passo dal precipizio. Fino al crollo. Alla dichiarata bancarotta ed alle porte della prigione con una condanna pesantissima. Ed infine la disintossicazione ed il ritorno ad una vita normale.

Con uno stile incalzante, crudo e senza fronzoli, la vita di Cambi in questo libro, ci appare davanti agli occhi come un film in cui l’ascesa, la caduta e la rinascita di un imprenditore giovanissimo e geniale che crea un vero e proprio impero, sono protagonisti ed attori principali.

“La cocaina gestiva le mie emozioni. I miei alti e i miei bassi. Mi facevo dieci pezzi al giorno e quando ero in astinenza, grattavo il muro con la bibbia. Simulavo che il bianco della parete fosse bamba. Sono vivo per miracolo”

Oggi Matteo Cambi è un soccorritore nell’assistenza pubblica di Parma, guida un’ambulanza e dopo aver scontato una condanna di quattro anni, il 4 luglio del 2015 è tornato ad essere un uomo libero. Povero – come dichiara – ma circondato dell’affetto di veri amici e della famiglia.

Matteo Cambi presenta “Margherita di Spine”

lunedì 11 aprile ore 18.30

Mondadori Megastore

via San Pietro all’Orto 11, Milano

Saranno presenti Gabriele Parpiglia, il Direttore Generale di Mondadori Electa e Stefano Peccatori

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori