MAX GAZZÈ / Il cantante di “Ti sembra normale” sul palco di Roma. Il misterioso inizio della sua esibizione (Concerto del Primo Maggio 2016)

- La Redazione

Max Gazzè, il cantante romano al Concertone del Primo maggio: sul palco a presentare anche il suo ultimo singolo, il concerto 1 maggio vede l’autore del Disco d’oro “Maximilian”

Max_Gazze
Max Gazzè (Infophoto)

Max Gazzè è in questo momento sul palco del Concertone del Primo Maggio a Roma in Piazza San Giovanni. Il cantante ha iniziato la sua esibizione in maniera molto misteriosa. Si è presentato infatti sul palcoscenico con una felpa nera e ha cantato tutta la prima canzone con il cappuccio in testa senza toglierselo. Il pubblico si sta scatenando di fronte alla musicalità della sua arte. Dopo aver cantato il suo ultimo successo si è esibito con ”I tuoi maledettissimi impegni” e anche con ”Sotto casa”. Come al solito le sonorità della sua musica sono interessanti anche perchè vanno al di fuori dei generi, senza soffermarsi mai di fronte a un’unica strada. E’ per questo che Gazzè sempre ha regalato grandi emozioni e ha tantissimi fan in tutto il mondo, proprio tra America e Asia presto inizierà il suo nuovo tour.

Mentre si attende l’esibizione di Max Gazzè sul palco del Concertone del Primo maggio, il cantante romano sta già spopolando sulle radio con la sua nuova hit, a pochi mesi dal lancio della hit “La vita com’è” che lo ha consacrato come uno degli artisti più di qualità nel panorama cantautorale italiano. Il nuovo singolo si intitola “Ti sembra normale”, terzo singolo tratto dal Disco d’Oro, “Maximilian”. Brano ancora molto orecchiabile nel prefetto stile di Max: il testo racconta il corteggiamento e di un amore molto particolare che porterà, siamo certi, Gazzè a scalare di nuovo le classifiche delle radio hit. Intanto si continua il tour in giro per l’Europa che chiuderò con le due date in grandi live a Roma il 27 ottobre e a Milano il 29, ma solo dopo la tournée mondiale che vedrà Giappone, Canada, Cina e Stati Uniti al completo. Un super Max Gazzè che potremo definire ora un artista davvero “internazionale”: vedremo oggi al Concerto del 1 maggio se proverà subito a scaldare gli animi con il nuovo singolo, noi lo attendiamo.

Il cantautore e bassista romano, Max Gazzè salirà sul palco del tradizionale concertone del Primo Maggio che come consuetudine si terrà a Roma a Piazza San Giovanni. Max Gazzè sta vivendo un momento fortunato della propria carriera artistica, infatti tra pochi giorni e precisamente il prossimo 6 maggio arriverà in radio il singolo Ti sembra normale estratto dall’album Maximilian che gli ha permesso di aggiudicarsi il Disco D’oro. Inoltre come lui stesso ha annunciato, dopo aver portato in giro per l’Italia un tour costantemente sold out, partirà alla volta della prima tournèe mondiale. Dal 5 al 21 maggio sarà in giro per l’Europa partendo dalla Spagna e precisamente da Madrid. Ritornerà quindi in Italia per bissare il successo del tour per poi allargare nuovamente i propri confini volando negli Stati Uniti e Canada con tappa a New York, Los Angeles, Boston, Chicago, Miami, Toronto e Montreal, poi verso il Giappone con tappa a Tokio infine in Cina fermandosi nella suggestiva Shangai. Al ritorno dal tour, il cantautore concluderà la propria stagione del Maximilian tour con due grandi concerti che si terranno al Palalottomatica di Roma il 27 ottobre e al Mediolanum Forum di Milano il 29 ottobre.

E tanti altri cantanti saliranno sul palco a Roma per il concertone del primo maggio: grande sorpresa per i fan che trovano anche il noto cantautore e bassista italiano Max Gazzè. SU palco porterà sicuramente i suoi ultimi successi che lo hanno consacrato un artista a tutto tondo con una musica e uno stile perfezionato che esalta il sound anche “gitano” come dimostra il grande successo di “La vita com’è”. Scatenato, poliedrico e grandiosamente un cantautore originale: ma che origini ha e cosa ha combinato nel suo passato Max Gazzè? Nasce a Roma il 6 luglio del 1967 con origini siciliane essendo il padre di Scicli. Trascorre la propria infanzia in Belgio dove frequenta la scuola europea per poi dedicarsi alla propria passione che è la musica. Infatti a soli sei anni comincia a studiare pianoforte, per poi passare anni più tardi allo studio del basso elettrico. Da questo momento Max Gazzè comincia ad esibirsi in vari locali di Bruxelles formando un gruppo insieme ad altri tre amici, 4 Play 4, con i quali ottiene un discreto successo girando l’Europa in tournee prima in Francia poi nei Paesi Bassi. Nel 1991 decide però di rientrare a Roma dove da vita ad uno studio di registrazione e collabora con artisti come Daniele Silvestri, Niccolò Fabi e Alex Britti. Tre anni più tardi inizia a lavorare per realizzare il suo primo album Contro un’onda del mare che viene pubblicato nel 1996 e grazie al quale inizia il lungo e fortunato sodalizio con l’etichetta discografica inglese, la Virgin Records. Nel 1998 insieme a Niccolò Fabi si esibisce nella canzone, Vento d’estate che permette loro di vincere l’edizione di Un disco per l’estate e nello stesso anno esce il suo secondo album, la Favola di Adamo ed Eva. L’anno seguente prende parte all’edizione di Sanremo nella categoria Giovani con la canzone Una musica può fare. A questo punto della propria vita, Max Gazzè si dedica ad una lunghissima stagione di concerti finché nel 2000 da vita al terzo album, Max Gazzè. Nei propri lavori successivi, il cantautore perfeziona il proprio stile rendendolo altamente personale, con un mix in cui si nota la sua grande passione per la poesia, come accade nel pezzo Il timido ubriaco, oppure il suo lato country come nei brani Il debole fra i due, che realizza in collaborazione con Paola Turci, oppure nel brano Il motore degli eventi, cantata in duetto con Carmen Consoli e per ultimo nella canzone Niente di nuovo.

A distanza di dieci anni dal proprio ultimo lavoro, e precisamente il 17 giugno 2005, Max Gazzè pubblica una raccolta di 26 brani tratti dai cinque album precedenti con l’aggiunta di quattro inediti. Dopo successive collaborazioni sia con Marina Rei, Paola Turci e l’amico e collega Daniele Silvestri esordisce a cinema con il film Basilicata coast to coast diretto da Rocco Papaleo, per il cui film Gazzè compone anche la canzone Mentre dormi che farà parte della colonna sonora. Lavoro, questo, che gli permette di aggiudicarsi il premio Mario Camerini. Inoltre grazie alla collaborazione con l’amico Gimmi Santucci, pubblica nel 2010 il nuovo album Quindi?. Nel 2013 prende parte al Festival di Sanremo con il brano Sotto Casa, che gli permetterà di ottenere un buon riscontro ottenendo prima il disco d’oro e poi quello di platino. Durante la 27^ edizione della rassegna Fatti di Musica viene premiato con il Riccio d’Argento come Miglior Live d’Autore dell’anno. Nel 2014 con la canzone, Atto di forza, ottiene il Premio Amnesty International Italia. Sempre nel 2014 pubblica l’album Il padrone della festa, mentre nell’ottobre del 2016 esce il suo ultimo album in studio Maximilian.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori