PAOLO SIANI ft.NUOVA IDEA/ “Faces with No Traces”, prog italiano del Terzo Millennio

- Luigi Viva

Paolo Siani ha messo insieme una nuova formazione dello storico gruppo prog degli anni 70 Nuova Idea e ha pubblicato un nuovo lavoro discografico. Ce ne parla LUIGI VIVA

paolo-siani_R439
Paolo Siani

Nuova Idea è un nome importante nella storia del rock italiano nonostante la sua breve storia  durata circa quattro anni, complice una serie di congiunzioni non proprio favorevoli, unita a scelte professionali dei componenti, non riscosse il successo che meritava. La Nuova Idea produsse tre album IN THE BEGINNIG (1971), MISTER E. JONES (1972) e CLOWNS (1973) (ristampati dalla BMG/SONY) per poi sciogliersi nel 1974.

Tutti i componenti continuarono la loro attività in contesti importanti. Giorgio Usai e il chitarrista Ricky Belloni furono scelti da Fabrizio De André per l’esordio dal vivo nel 1975 insieme a Gianni Belleno e Giorgio D’Adamo. Cento concerti con Fabrizio De André e poi nei New Trolls nel periodo di maggior successo. Paolo Siani partecipò alla registrazione del terzo album per poi suonare a lungo con L’Equipe 84 e lavorare a fianco di musicisti come  Ornella Vanoni, Julio Iglesias, Gilda Giuliani e molti altri. Marco Zoccheddu il loro formidabile chitarrista partecipò alle incisioni dell’album RIMINI di Fabrizio De André oltre a formare gruppi del calibro di Osage Tribe (prodotti da Franco Battiato) e Duello Madre insieme al bassista Bob Callero. Claudio Ghiglino secondo chitarrista ha lavorato per anni come produttore mentre Enrico Casagni, il bassista, ha composto colonne sonore per il teatro. In tempi recenti c’è stato un ritorno di interesse per i vecchi gruppi prog dell’epoca, Paolo Siani  batterista e fondatore della band ha così deciso di rispolverare il nome della band per delle nuove produzioni, uscite  come Paolo Siani ft. Nuova Idea, nelle quali ha sempre coinvolto la gran parte dei vecchi compagni di viaggio.

Il ritorno è avvenuto con un grande concerto nel 2012 al Teatro Verdi a Genova al quale ha fatto seguito un nuovo  cd   CASTLES, WINGS, STORIES & DREAMS pubblicato nel 2013 dalla Black Widow nel quale partecipavano oltre ai  componenti di Nuova Idea musicisti del calibro di Mauro Pagani, Roberto Tiranti  e Joe Vescovi dei Trip. A seguire l’esibizione al Giardino di Lugagnano (VR) dove sono state effettuate alcune delle riprese presenti nel  DVD LIVE ANTHOLOGY. Eccoci arrivati al nuovo album  FACES WITH NO TRACES appena uscito per la etichetta Black Widow di Genova che in questi ultimi anni si è particolarmente distinta a favore del rock di qualità con nuove produzioni e ristampe di gruppi storici.

Paolo Siani si avvale della collaborazione dei vecchi compagni Giorgio Usai, Ricky Belloni e Marco Zoccheddu oltre a Roberto Tiranti, Carlo Marrale (Matia Bazar), Paul Gordon Manners, Guido Guglielminetti  attuale direttore musicale di Francesco De Gregori. In (Black Angel’s Claws) appare Leeroy Thornhill (X – The Prodigy) autore con Alessandro Siani di uno speciale remix.

Di grande impatto il bonus live dove Nuova Idea, nella formazione originaria esegue  Post War Saturday Echodei Quatermass storica band prog inglese. Dalla esecuzione live, emerge tutto il talento e la classe di questi musicisti ai quali si è aggiunto il bravissimo Roberto Tiranti impegnato alla voce e al basso.

FACES WITH NO TRACES, interamente cantato in inglese, si apre con la suggestiva Intro che vede protagonista il Duduk di Gevorg Dabaghyan  seguita da  No One’s Born a Hero ,  interpretata da  Paul Gordon Manners, una ballad che riporta ai climi medievali degli Amazing Blondel. In Welcome Aboard protagonisti i cori realizzati da Roberto Tiranti. Black Angel’s Claws è il brano più rappresentativo del cd e vede al basso Guido Guglielminetti; clima musicale potente con chitarre e tastiere in grande evidenza. In Free the Borders  Paolo Siani (voce e batteria) è accompagnato da Carlo Marrale alle chitarre, Guido  Guglielminetti al basso,  oltre al coro Nuova Armonia e al mellotron di Giangiusto Mattiucci che ci riporta indietro negli anni e a quei suoni splendidi dei primi album dei King Crimson e dei misconosciuti Gracious!

Molto duro il tessuto musicale di Rockstar con la voce di Tiranti sostenuta dalla fiammeggiante elettrica di Ricky Belloni. L’album si chiude con  Three Things  e la tambureggiante Ériu dove oltre alla batteria del leader è presente Marco Zoccheddu con il suo accordion.

Il cd presentato in diverse location in tutta Italia ha visto a Roma alla Discoteca Laziale la presenza di Enzo Vita (Rovescio della Medaglia), Fabio Pignatelli (Goblin) oltre a  Carlo Bordini , ovvero un pezzo di storia del rock italiano, musicisti che con Nuova Idea furono protagonisti di quell’indimenticabile periodo in cui il nostro rock incendiò la fantasia ed i cuori di molti di noi.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori