ESTATE 2016/ Tutti i “tormentoni” che non dimenticherete facilmente

- La Redazione

Come ogni estate che si rispetti anche quella del 2016 ha i suoi brani forti, i “tormentoni” che si ascoltano su tutte le spiagge. GLI ESPERTI DI DJ4.IT ci dicono quali sono

Alvaro_Soler-OK_R439
Alvaro Soler

I disc jockey di DJ4 (DJ per feste private, eventi e locali) ci guidano alla scoperta dei successi musicali che stanno caratterizzando questa estate 2016. Ecco quali sono

Anche quest’anno l’estate è arrivata, finalmente, e ce ne siamo accorti anche dalla musica, che si è trasformata, diventando più solare e spensierata. Prima di occuparci dei successi di questa “summer 2016”, un piccolo passo indietro: ricordate quelli dell’anno scorso? Li ritrovate QUI, per…. rinfrescarvi la memoria). Tornando alle canzoni che stanno andando forte oggi, non si può non notare che questa estate è caratterizzata da un drastico cambiamento di sonorità, soprattutto per quanto riguarda la musica da ballare, di cui ci occupiamo nello specifico. Le onnipresenti tastiere che sono andate per la maggiore fino a pochi mesi fa, lasciano spazio a suoni diversi: il flauto di Mantra (successo di Michael Feiner), il groove  anni 70 di Kill The Lights di Alex Newell (con la partecipazione di Nile Rodgers, produttore degli Chic)  e le influenze latine dei Global Deejays, con Work, e di Deorro (ft. Elvis Crespo) con Bailar. E a proposito di ritmi latini, come non citare i due mattatori del genere? Enrique Iglesias con Duele El Corazon e Marc Anthony (featuring Gente de zona) con La Gozadera.

Questa estate 2016 ha fatto segnare anche il ritorno di grandi artisti: Alvaro Soler, reduce dal grande successo della scorsa estate (El mismo sol), ha centrato l’obiettivo anche con Sofia; Justin Timberlake, con Can’t stop the feeling, si fa perdonare per la sua lunga assenza dalle scene, e anche Rihanna (con Calvin Harris ) si è riaffacciata sul mercato: This Is What You Came For, che strizza l’occhio alla dance, sta avendo un grande riscontro. 

E la musica italiana? Per chiudere, un rapido esame dei successi di casa nostra, che hanno un ruolo di primo piano. Vorrei ma non posto di Fedez e J-ax sta andando per la maggiore in tutte le spiagge, e Andiamo a comandare di Fabio Rovazzi, nata come fenomeno del web per i giovanissimi, è diventata un tormentone trasversale, molto amato anche dai programmatori radiofonici, a giudicare dal numero elevato di passaggi in FM. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori