ROBY FACCHINETTI E RICCARDO FOGLI / Insieme, il primo album dopo i Pooh: il ricordo di Valerio Negrini

- Valentina Gambino

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, “Insieme” è il nuovo progetto musicale dei cantanti dopo i Pooh e la gloriosa carriera; ecco la presentazione del CD in uscita oggi, venerdì 3 novembre.

facchinettifogli
Roby Facchinetti e Riccardo Fogli

Insieme, il nuovo disco di Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, contiene quattro inediti – “Strade”, “Le donne ci conoscono”, “Prima rosa della vita” e “E vanno via” – che vedono i testi di Valerio Negrini. Il paroliere, scomparso nel 2013, è stato l’autore dei testi della maggior parte delle canzoni dei Pooh (nel 1971 lasciò il posto di batterista del gruppo a Stefano D’Orazio). A Tgcom24 Roby Facchinetti a ricordato il suo partner nella stesura delle canzoni: “Lui aveva voglia di scrivere perché sentiva di non avere molto tempo. Ce ne sono altri, alcuni incompiuti, alcuni che sono solo testo, senza musica. Mi ci metterò a lavorare nei prossimi mesi o anni, ma partire da un testo e costruirci la musica è un lavoro complesso”. Anche Fogli ha ricordato l’amico scomparso: “Quando cantiamo Valerio c’è un respiro diverso – aggiunge Fogli. Senza togliere nulla agli altri, con lui c’è una profondità infinita”. (agg. Elisa Porcelluzzi)

L’EMOZIONE NEI POST SU FACEBOOK

Roberto Facchinetti e Riccardo Fogli sono molto emozionati del loro nuovo progetto Insime, appena uscito. I due cantanti, orami ex Pooh, hanno condiviso la loro emozione sui rispettivi profili Facebook: “Carissimi amici, è arrivato finalmente il giorno che aspettavamo da oltre sei mesi, l’uscita nel nostro cd “INSIEME”. Ci auguriamo che ascoltando i brani vi arrivi un po’ di quella profonda emozione che la musica sa regalare. Da me e da Riccardo buon ascolto con tutta la passione e l’amore che abbiamo sempre avuto per questo nostro straordinario mestiere”, ha scritto Facchinetti pubblicando una foto con l’amico Fogli. Non meno sentite le parole di Riccardo Fogli: “Oggi è il 3 novembre. Ci siamo, il telefono mi dice che ho 24 messaggi ancora da leggere mentre bevo il terzo caffè continuo a rispondere…. è una giornata bellissima, oggi, da pressione alta….. grazie a tutti, ma soprattutto grazie al mio fratellone Roby, per le canzoni bellissime che ha scritto e per la sua amicizia”, ha scritto il cantante, condividendo lo stesso scatto. (agg. Elisa Porcelluzzi)

Facchinetti e Fogli amici da 50 anni

Oggi è un grande giorno per i fan dei Pooh e non solo. È, infatti, uscito Insieme il nuovo disco di Roby Facchinetti, colonna portante del gruppo italiano, e Riccardo Fogli, che lasciò i Pooh nel 1973 prima di partecipare ai concerti di addio tra il 2015 e il 2016. “È stata un’avventura emozionante, lavorare con Facchinetti per me è stato un regalo del cielo. Nasce dalla reunion, 50 anni fa quando da ragazzini lui in pigiama mi faceva sentire le cose che aveva scritto e io facevo il collaudatore, le provavo e così nascevano i grandi successi dei Pooh”, ha detto Fogli all’Aska. I due cantanti, in questi giorni di presentazione di disco, hanno ricordato che ai tempi dei Pooh dormivano assieme durante i tour e si muovevano sempre in coppia. Facchinetti ha rivelato che il rapporto con Fogli non si è mai interrotto, anche se il cantante ha preso una strada diversa: “Io l’ho sempre visto come uno di noi anche se ex Pooh e questo lo pensava anche il pubblico”. Per Fogli l’appellativo di “ex Pooh” non è mai stata un’offesa ma un biglietto da visita. Ad aprile i due Facchinetti e Fogli saranno in concerto con “Insieme in tour”: il 7 aprile al Mediolanum Forum di Assago (Milano) e il 9 aprile al Pala Lottomatica di Roma. (agg. Elisa Porcelluzzi)

Arriva Insieme, il nuovo disco di Facchinetti e Fogli

Oggi, venerdì 3 novembre è tempo di nuova musica con l’uscita di “Insieme”. Il disco nasce dal ritrovato sodalizio tra Roby Facchinetti e Riccardo Fogli. Il duo si era ritrovato in occasione dei 50 anni di carriera dei Pooh, dopo aver messo la parola “fine” al progetto collettivo, i cantanti hanno deciso di collaborare per un CD formato da otto inediti e tre brani storici totalmente rivisitati. “Ci abbiamo messo tanta passione e tanto amore. Al centro di questo disco ci sono le nostre voci e i testi”, spiega il padre di Capitan Uncino intervistato da TgCom24. Questo progetto, nasce anche dalla voglia di amicizia che c’è nell’aria. I due, dopo essersi ritrovati con la storica band, hanno capito di condividere un sentimento fraterno molto forte. Così tanto grande da avere l’esigenza di lavorare “Insieme”. All’interno del nuovo disco, gli estimatori di Pooh avranno modo di ascoltare le cover di “Notte serena” e “In silenzio”. Non finisce qui in quanto, i quattro inediti trovano la firma di Valerio Negrini e Stefano d’Orazio (celebre batterista del gruppo).

Roberto Facchinetti e Riccardo Fogli: “Insieme” il progetto musicale dopo i Pooh

“Sono emozionato come quando uscì ‘Piccola Ketty’ – spiega ancora Facchinetti – Questo progetto è nato grazie alla reunion. Ho riscoperto un amico con il quale abbiamo passato insieme i primi sette anni dei Pooh, condividendo soprattutto il sogno di fare questo mestiere, in un periodo in cui la musica veniva davvero rivoluzionata. Con lui abbiamo diviso tutto e sono cose che non si dimenticano”. Di seguito, Facchinetti ha confessato da dove è venuto fuori il nuovo progetto musicale: “Una mattina mi chiamò Ferdinando Salzano e mi disse che avessi voluto fare una cosa insieme a Riccardo lui ci sarebbe stato. Io non me lo sono fatto dire due volte”. Spazio poi, per le dichiarazioni di Riccardo Fogli che indica di preciso, quando è avvenuto il ritrovato feeling tra di loro: “Probabilmente è stato in quel Sanremo a cui partecipammo da ospiti. Fu un’esperienza liberatoria e alla fine ci abbracciammo. La mia reunion non è stata facile. All’inizio cantavo i pezzi che cantavo 50 anni prima, poi piano piano ho iniziato a cantarne altre insieme a lui, su sua proposta”. Per i due artisti, la storia dei Pooh è ormai un capitolo chiuso definitivamente lo scorso anno anche se: “Il legame che abbiamo con la musica non si è spento, anzi, più passa il tempo e più lo sentiamo forte. Abbiamo il dovere di valorizzare il patrimonio che i Pooh hanno messo insieme in 50 anni, con fatica e impegno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori