LIL PEEP / Confermata la causa del decesso del rapper: un’overdose di analgesici e ansiolitici

- Annalisa Dorigo

Lil Peep è morto a causa di un’overdose di ansiolitici e analgesici: le analisi del medico legale hanno confermato le prime ipotesi successive al decesso del rapper.

lil_peep
Lil Peep

Lil Peep, nastro nascente del rap americano, era deceduto lo scorso 15 novembre all’età di 21 anni. A darne la triste notizia era stato il suo agente Charles Ortega che aveva precisato come fosse in attesa di questa chiamata già da un anno. Tale dichiarazione aveva fin da subito lasciato intendere come Gustav Ahr, il vero nome del cantante, potesse essere morto volontariamente per overdose e a distanza di tre settimane, questo sospetto sembra trovare conferma anche dagli esiti dell’autopsia. Il medico legale incaricato dal Dipartimento di Polizia della contea di Pima ha infatti ufficializzato i primi risultati delle sue analisi, confermando come il decesso sia avvenuto per overdose. Il rapper avrebbe infatti assunto una dose eccessiva di di Fentanyl e Xanax, il primo un analgesico oppioide, il secondo un ansiolitico appartenente alla famiglia delle benzodiazepine.

Lil Peep è morto per overdose

Trovano quindi conferma i sospetti delle prime ore successive alla morte di Lil Peep, come riportato dal sito TMZ, che ha ufficializzato per primo i risultati delle analisi del medico legale. Il rapper poche ore prima del suo decesso aveva postato sul suo profilo Instagram una foto nella quale apparivano anche dei farmaci, forse gli stessi che poco dopo gli sono risultati fatali. In tale circostanza aveva tranquillizzato i fan, chiarendo di sentirsi bene, non è chiaro quindi se l’assunzione eccessiva di tali sostanze sia stata volontaria oppure se il cantante non si sia reso conto del grave errore da lui commesso. Si è spento così, a soli 21 anni, una delle rivelazioni musicali del 2017 nella scena rapper americana: Lil Peep si trovava infatti a Tucson in Arizona per una delle tappe del tour promozionale del suo album di debutto, “Come Over When You’re Sober (Part One)”. La star di YouTube, divenuta celebre grazie allo stile emo-hip hop della musica, affrontava spesso nei suoi testi temi giovanili quali la depressione e l’abuso di droghe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori