“Occidentali’s Karma”/ Francesco Gabbani, analisi testo canzone che ha vinto Sanremo 2017

- La Redazione

Francesco Gabbani ha vinto il Festival di Sanremo 2017 con la canzone ”Occidentali’s Karma’’: leggi l’analisi del testo di Francesca Pasquale

francesco_gabbani
Francesco Gabbani (Lapresse)

Con la canzonr Occidentali’s Karma”. Questa è la seconda esperienza al Festival di Sanremo, la prima nella categoria campioni. Infatti, nello scorso anno dopo aver partecipato a Sanremo Giovani 2015 si è imposto nella 66^ edizione del Festival della Canzone Italiana categoria Nuove proposte con il brano Amen che era stato scritto dallo stesso Gabbani con Fabio Ilaqua. In questa edizione 2017 della kermesse sanremese Francesco Gabbani ha concorso e vinto con il brano “Occidentali’s Karma” scritto dallo stesso artista toscano in collaborazione con Luca Chiaravalli e Fabio Ilacqua. In fase di presentazione del pezzo, il cantante ha sottolineato a Radio Festival di Radio 105 come ci sia un riferimento alla cultura orientale anche se poi rimarca come sia frutto di una formula con cui reputa sia giusto far musica. Il tema centrale del pezzo è una riflessione sul modo in cui vivono gli occidentali. Ma andiamo ad analizzare nello specifico qual è il messaggio che Gabbani vuole dare. Il testo inizia con un duro affondo verso lo stile di vita contemporaneo ed in particolare quello caro alla civiltà occidentale. Si parla dell’amara costatazione che l’uomo debba uniformarsi alla massa, seguire le mode mettendo da parte l’uso dell’intelletto che viene definito fuori moda. Una società di “internettologi” rinchiusi in quella che viene definita come una comoda gabbia 2×3, dalla quale vengono date risposte facili e dilemmi del tutto inutili e scontati.

Essere o dover essere

Il dubbio amletico

Contemporaneo come l’uomo del neolitico.

Nella tua gabbia 2×3 mettiti comodo.

Intellettuali nei caffè

Internettologi Soci onorari al gruppo dei selfisti anonimi.

L’intelligenza è démodé

Risposte facili

Dilemmi inutili.

Nella seconda strofa il testo fa presente come ci sia una continua ricerca di storie che presentino un finale ad effetto e che se anche le cose non dovessero andare come si spera c’è sempre la convinzione che tutto debba andare avanti così. Per Gabbani la società occidentale in alcune occasioni è un po’ schiava di convenzioni, usi e costumi e quasi ha una mancanza di libertà (Per tutti un’ora d’aria, di gloria). Uno status che blocca l’evoluzione sociale con un chiaro riferimento alla teoria dell’evoluzione di Charles Darwin (La scimmia nuda balla). Una situazione che l’autore del testo identifica, con un gioco di parole, Occidentali’s Karma.

AAA cercasi (cerca sì)

Storie dal gran finale

Sperasi (spera sì)

Comunque vada panta rei

And singing in the rain.

Lezioni di Nirvana

C’è il Buddha in fila indiana

Per tutti un’ora d’aria, di gloria.

La folla grida un mantra

L’evoluzione inciampa

La scimmia nuda balla

Occidentali’s Karma.

Occidentali’s Karma

La scimmia nuda balla

Occidentali’s Karma.

Nella terza strofa del brano di Francesco Gabbani c’è un nuovo riferimento al mondo dei social network, dove tutti appaiono come profondi conoscitori di ogni verità (tuttologi), viene definita “coca dei popoli” e “oppio dei poveri” come a sottolineare che sia una mera illusione di una società sempre virtuale e poco reale. A questa considerazione l’autore del testo vi aggiunge nuovamente il raffronto con l’evoluzione darwiniana che sembra stia inciampando.

Piovono gocce di Chanel

Su corpi asettici

Mettiti in salvo dall’odore dei tuoi simili.

Tutti tuttologi col web

Coca dei popoli

Oppio dei poveri.

AAA cercasi (cerca sì)

Umanità virtuale

Sex appeal (sex appeal)

Comunque vada panta rei

And singing in the rain.

Infine il pezzo si chiude rafforzando i concetti espressi in precedenza anche se c’è un vena di ottimismo nel passaggio in cui ricorda come “la scimmia si rialza”.

Quando la vita si distrae cadono gli uomini.

Occidentali’s Karma

Occidentali’s Karma

La scimmia si rialza.

Namasté Alé

Lezioni di Nirvana

C’è il Buddha in fila indiana

Per tutti un’ora d’aria, di gloria.

La folla grida un mantra

L’evoluzione inciampa

La scimmia nuda balla

Occidentali’s Karma.

Francesca Pasquale



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori