BRIT Awards 2017/ Nomination e vincitori, oggi 22 febbraio: Ed Sheeran sul palco in duetto? Le ultime anticipazioni

- La Redazione

BRIT Awards 2017, Ed Sheeran e Robbie Williams sul palco di Londra: le curiosità e le polemiche. David Bowie e Leonard Cohen nominations postume (oggi, 22 febbraio 2017)

britawards2017
BRIT Awards 2017

Qual è la scaletta dei BRIT Awards 2017? La cerimonia inglese riserverà numerosissime sorprese e, oltre alla presentazione dei singoli di Katy Perry e Little Mix, ci sarà spazio anche per Robbie Williams che, in qualità di superstar dell’edizione riceverà in premio “L’icon Award”. Nel frattempo, tra le novità dell’evento, anche Ed Sheeran ha affermato di avere in programma una performance che lascerà il segno! L’artista, intervistato nella Live Lounge di BBC Radio 1, ha offerto qualche succosissima anticipazione in riferimento alla performance in scaletta durante i BRIT Awards 2017. Sheeran ha confermato che con molta probabilità non sarà solo sul palco ma proporrà un duetto: “Ho due cose in arrivo venerdì che sono molto interessanti. Una la presento ai Brit, penso che la gente andrà fuori di testa: è qualcosa che nessuno si aspetta. Credo che sarà buono. Sono riuscito a mantenere il segreto fino ad ora, che è buon segno. Ma domani sera, penso che saremo la penultima attrazione”. Sul palcoscenico della The O2 Arena di Londra ci saranno anche Bruno Mars, Little Mix, Emeli Sandé e The 1975. Prevista anche la presenza di Lodovica Comello.

I BRIT Awards sono sempre focalizzati sulla musica e sugli artisti di origine britannica, anche se spiccano alcune categorie che guardano anche oltre confine: in attesa di scoprire vincitori e premi della serata, scopriamo nel dettaglio chi si è meritato un posto nelle tanto ambite cinquine. Si parte con International Male Solo Artist, in cui non mancano i nomi di Leonard Cohen, The Weekend, Bruno Mars, Drake e Bon Iver. Nella categoria International Female Solo Artist sono state invece scelte Beyonce, Sia, Rihanna, Solange e Christine and the Queens. Si chiude infine con l’International Group, che vede brillare Nick Cave and the Band Seeds, i Kings of Leon, A Tribe Called Quest, Drake and Future e i Twenty-One Pilots. Oltre al meglio inglese, dunque, si allungherà l’occhio anche sull’ambienta musicale internazionale ai BRIT Awards 2017. Proprio partendo da fenomeni mondiali, una menzione speciale va fatta al gruppo degli One Direction, che hanno smesso di suonare insieme alla fine del 2015. Alcuni hanno già avviato le carriere da solista, e, nonostante questo, sono stati nominato nella categoria British Artist Video Of The Year con “History”.

Prenderanno il via oggi, mercoledì 22 febbraio, le premiazioni dei BRIT Awards 2017: l’evento verrà trasmesso anche sui Rai 4, e gli occhi del pubblico sono puntati sui propri beniamini, specialmente su coloro che hanno ricevuto una o più nomination. Le candidature sono state annunciate lo scorso 14 gennaio, e tra tutti spiccano due nomi in particolare: quello delle Little Mix e di Rag ’N’ Bone Man. Le giovanissime artiste britanniche si sono guadagnate un posto nella categoria British Group (insieme anche a The 1975, Biffy Clyro, Bastille e Radiohead), nella categoria British Single (con “Shout Out To My Ex”) e anche per il British Artist Video Of The Year (con “Hair”). Rag ’N’ Bone Man, invece, si è già aggiudicato il Critics’ Choice, gareggiando contro Anne-Maria e Due Lupa, senza considerare il fatto che è stato nominato anche per il British Breakthrough Act. Chi, tra di loro, si aggiudicherà il tanto ambito premio?

Domani sera un evento imperdibile sarà trasmesso su Rai 4: si tratta dei prestigiosi BRIT Awards 2017, i premi musicali che sono dati ogni anni ai cantanti più significativi e rappresentativi della scena pop mondiale. Chi si esibirà quest’anno sul palco dei 37esimi Brit Awards? Innanzitutto, per un pubblico più giovane, troviamo i cantanti pop più amati dalle nuove generazioni: si tratta di Ed Sheeran, Robbie Williams, Bruno Mars, Skepta, Emeli Sandé, Little Mix e The 1975. A presentare i BRIT Awards ci saranno Dermot O’Leary ed Emma Willis, i presentatori delle edizioni inglesi di X Factor e The Voice. In Italia saranno invece commentati da Filippo Sorbello e Marco Ardemagni: per poter ascoltare però i Brit Awards con l’audio originale, bisognerà impostare il secondo canale audio. Tra le nominations dei BRIT Awards troviamo anche David Bowie e Leonard Cohen, rispettivamente il primo per (Miglior Album e Miglior Artista Solista Britannico, e il secondo come Miglio artista solista maschile internazionale.

Cosa sono i BRIT Awards? Sono l’equivalente dei Grammy americani per prestigio e importanza: istituiti nel 1977, sono organizzati dal British Phonographic Industry, che ogni anno premia i migliori cantanti inglesi portatori di musica pop nel mondo. Nonostante tutto però, i BRIT Awards hanno destato, come al solito, alcune polemiche: c’è chi dice infatti che i premi siano dati non su basi meritocratiche ma commerciali e fu lo stesso Robbie Williams a dirlo qualche anno fa quando andò a ritirare un premio. Che l’ex Take That (di recente ospite a Sanremo 2017) riproponga il problema anche quest’anno? Per molti anni la cerimonia dei BRIT Awards non fu trasmessa in diretta a causa del timore di proteste, contestazioni e figuracce durante l’avvenimento. Molto famoso è stato il momento in cui Danbert Nobacon, il cantante dei Chumbawamba, versò dell’acqua addosso al politico John Prescott che gli stava consegnando il premio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori