Vasco Rossi, Concerto Modena Park/ Domani il sound check: l’evento in diretta su Rai1, le parole del sindaco

- Stella Dibenedetto

Vasco Rossi, Concerto Modena Park: domani il soundcheck per gli iscritti al fanclub e i residenti con il flashmob con i reggiseni, tutte le indiscrezioni sulla scaletta.

vasco_rossi_facebook_2017
Vasco Rossi

VASCO ROSSI, CONCERTO MODENA PARK: IL VERO SPACCATO ROCK DELLA MUSICA IN ITALIA

“Godetevi la città senza l’auto – dice il sindaco ai modenesi – State 48 ore senza macchina e godetevi l’evento”. “Un evento sicuro – garantisce poi il primo cittadino -, una festa di libertà contro la paura. Modena deve credere nel futuro, possiamo fare cose straordinarie”. Con queste  parole del sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli ha chiacchierato con il Resto del Carlino parlando del concerto evento di Vasco Rossi dell’1 luglio. Al Modena Park è tutto pronto e, le 220mila persone assisteranno ad uno show ricco di adrenalina, emozioni e puro rock. Quaranta sono gli anni di carriera del “Komandante”, che, nel corso del tempo, ha avuto modo di regalare agli estimatori successi a non finire. Da “Rock sotto l’assedio” nel 1995, per interessare l’opinione pubblica sulla guerra nell’ex-Jugoslavia, al tour mondiale del 1997; dalla prima edizione dell'”Heineken Jammin’ Festival”, nel 1998, con oltre 120mila fan, ai concerti degli ultimi tempi che hanno infiammato lo Stadio Olimpico di Roma. Vasco Rossi con la sua musica, ha segnato un’era, e non solo. I fan del Blasco attendono l’evento un po’ come i bambini la mezzanotte di Natale, per scartare i doni, e urlare di gioia. L’evento, sarà anche in diretta su Rai1, condotto da Paolo Bonolis e, siamo sicuri che rappresenterà un vero “spaccato” rock della musica in Italia. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

E’ tutto pronto a Modena per l’evento dell’anno. Sabato 1° luglio, il popolo di Vasco Rossi invaderà Modena Park per festeggiare i 40 anni di carriera del Komandante. Quella messa su dallo staff di Vasco si preannuncia come la grande festa dei fans di Vasco che, da 40 anni, lo seguono ovunque e lo hanno eletto il vero rocker della musica italiana. Dopo aver collezionato soldout con tutti i suoi tour, Vasco Rossi ha battuto il record mondiale con gli oltre 220mila paganti che, sabato 1° luglio, si emozioneranno, canteranno e si divertiranno al ritmo dei più grandi successi del rocker di Zocca. La scaletta è ancora top secret ma dalle indiscrezioni che circolano sul web si sa che ci saranno tutti i brani che rappresentano lo stile di Vasco. Lo show durerà circa quattro ore e, in onore dei 40 anni di carriera, saranno 40 i brani in scaletta. Non mancheranno i successi di ieri come Blasco Rossi, Alibi, Non mi va, Ieri ho sgozzato mio figlio, Jenny è pazza, Splendida Giornata, Anima Fragile ma anche i successi più recenti come Cosa vuoi da me, Come nelle favole, Vivere una favola, Sono innocente ma fino al momento conclusivo che, come sempre, dovrebbe provocare i brividi ai fans con Vita Spericolata e Albachiara.

La grande festa di Vasco Rossi, però, comincerà già domani. Per tutti gli iscritti al fanclub e per i residenti di Modena, domani, giovedì 29 giugno, ci sarà il soudncheck ovvero la prova ufficiale del più grande concerto mai realizzato in Italia. Per l’occasione, i membri del Blasco Fanclub hanno organizzato un flashmob con i reggiseni invitando tutti coloro che parteciperanno domani e sabato 1° luglio a munirsi di un reggiseno bianco con la scritta rossa “Fammi Godere” da mostrare quando Vasco farà ballare tutti i presenti al Modena Park con “Rewind”. “Gli altri espongono cartelli, copricapi con orecchie, fanno balletti, lanciano pupazzetti – spiegano -, noi invece vogliamo realizzare il più grande omaggio mai realizzato e il record del mondo anche in questo”. E arrivano quindi le indicazioni. Per partecipare occorre “un reggiseno bianco con la scritta in rosso ‘fammi godere’”. I responsabili del fanclub provvederanno a distribuire circa 5mila reggiseni tra le prime file. L’attesa, dunque, sale tra i fans che tra tre giorni, con il loro Komandante, entreranno nella storia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori