EVENTI/ Grande jazz ad ingresso gratuito a Cortale. Protagonisti Doctor 3 e Kenny Garrett

- La Redazione

Presentata la quattordicesima edizione di Jazz & Vento, rassegna ad ingresso gratuito prevista per il 6 e 7 agosto prossimi in piazza Cefaly a Cortale in provincia di Catanzaro

Doctor-3_cs
Doctor 3

Presentata la quattordicesima edizione di Jazz & Vento, rassegna ad ingresso gratuito prevista per il 6 e 7 agosto prossimi in piazza Cefaly a Cortale in provincia di Catanzaro. Le due serate avranno  come protagonisti  Doctor 3 e Kenny Garrett. Grande attesa per i Doctor 3 straordinaria e storica formazione del jazz italiano composta da tre maestri dello strumento: Danilo Rea al piano, Enzo Pietropaoli al contrabbasso, Fabrizio Sferra alla batteria.  Una miscela sofisticata, proposta con scrittura chiara ed elegante; melodie da urlo, riconoscibili nelle pieghe jazzate dei pezzi scelti dal  trio (dai Beatles fino a Leonard Cohen, De André,David Bowie, the Doors, Carole King) trampolino di lancio  per le loro improvvisazioni. Una ritrovata maturità e una voglia di suonare insieme che non ha tradito lo spartito di partenza e lo spirito dei pionieri.
“Non ci siamo mai persi di vista-ribadisce Rea- anche se in tutte le vicende, non solo artistiche c’è sempre un momento di stallo, ma noi siamo qui con la nostra voglia di suonare e la curiosità verso altri repertori che è rimasta intatta.” Nel lungo periodo di vacatio Danilo Rea si è imposto come uno dei più versatili pianisti della scena (Da Mina a Gino Paoli, passando per Pino Daniele ,Concato, Baglioni e Bahrami), mentre Pietropaoli e Sferra (che oltre ad essere dei ricercatissimi turnisti hanno sviluppato un percorso solistico di grande qualità), non hanno mai smesso definitivamente di frequentarsi.
Quella di Cortale, sarà una delle poche selezionatissime date prevista per questa estate. Grande replica la sera successiva con il quintetto di Kenny Garrett, fra i principali altosassofonisti della sua generazione, messosi in luce grazie alle brillanti collaborazioni con musicisti del calibro di Freddie Hubbard, Pat Metheny, Woody Shaw, Art Blakey & The Jazz Messengers e sopratutto Miles Davis, del quale è stato uno degli ultimi perni specie negli infuocati live: fu proprio Garrett ad accompagnare Davis allo stadio olimpico di Roma nel corso della sua ultima esibizione italiana del 1991 . Gli ultimi album di Garrett sono veri gioielli:   “Seeds of Underground” del 2012, e il suo ultimo lavoro “Pushing the World Away”,  autentica immersione nel bop. La maggior parte dei brani è dedicata ad alcuni dei musicisti che lo hanno ispirato: oltre a Mulgrew Miller, alla memoria del quale l’album è dedicato, Chick Corea, Chucho Valdés, Sonny Rollins, Donald Brown.
Garrett è oggi non soltanto uno dei solisti più rappresentativi e originali della scena jazzistica mondiale, ma rappresenta l’ultimo ad essersi cimentato con grande slancio e creatività con il repertorio coltraniano, uno degli elementi di maggior spicco di quel radicato movimento che a partire dagli anni Ottanta si è rifatto alla più autentica tradizione del be – bop . L’altosassofonista si esibirà in  quintetto, accompagnato da Vernell Brown al piano, Corcoran Holt al contrabbasso, Marcus Baylor alla batteria e Rudy Bird alle percussioni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori