Saluta Andonio VS Rovazzi / Il post al veleno del re dei tormentoni: “Il successo senza umiltà è zero!”

- Valentina Gambino

Saluta Andonio contro Fabio Rovazzi, il re dei tormentoni si scaglia contro il cantante accusandolo di non avere dato ascolto ad una sua richiesta d’auito, ecco come è andata la faccenda.

fabio_rovazzi_gianni_morandi_volare_cs_2017
Saluta Andonio VS Rovazzi

Saluta Andonio, il fenomeno del web, si è scagliato contro Fabio Rovazzi. Scopriamo cosa è accaduto. Chi di voi non conosce il ragazzo paffutello affermatosi sul web per il tormentone “Saluta Andonio”? Tutto è nato postando una clip sul web dove, in compagnia di suo padre lo invitava a salutare rivolto verso camera. L’uomo, non ne ha mai voluto sapere ma da quel momento in rete è scoppiato il caos. Il ragazzino è diventato virale e Francesco Facchinetti poi, ha pensato bene di arruolarlo sotto la sua ala protettrice diventando il suo manager. Il resto è già storia. Saluta Andonio in realtà si chiama Marco Morrone, ha 16 anni ed è considerato il re dei video virali su Youtube. 135 kg di morbidezza e simpatia per un tormentone che, esattamente come per le altre cose di questo tipo, durerà ancora un paio di mesi per poi sparire nel dimenticatoio spazzato via da qualche altra moda. In questi mesi però, il portafoglio del buon Marco, si è ringalluzzito grazie anche ad alcune partecipazioni speciali. Ed infatti, il giovane è presente nel video di “Volare”, con Fabio Rovazzi e Gianni Morandi. Secondo ciò che si legge sul VicoloDelleNews, il ragazzino sarebbe pagato per una serata dalle 500 fino a 1500 euro, per poi rientrare a casa entro la mezzanotte, visto la minore età.

Saluta Andonio contro Rovazzi? Il tormentone gliele suona

Saluta Andonio però, nonostante la simpatia, non si lascia scappare niente (oppure “Niende”, come direbbe lui). Ecco perché, ultimamente ha pubblicato uno stato su Facebook contro Rovazzi, ma poi l’ha cancellato. L’internet, che corre alla velocità della luce, ha immediatamente “screenshottato” l’accaduto. Ecco, di seguito, le sue parole: “Carissimo Rovazzi, stasera volevo dirti due cosine prima di tutto complimenti perché sei davvero molto furbo e hai saputo sfruttare il momento, e poi volevo dirti anche che ci sono rimasto tanto male quando ti ho scritto chiedendoti un video per una ragazzina in grave condizioni e nel visualizzare non hai nemmeno risposto e fidati che non è carino, perché potevo fare a chi lo stesso quando tu e il tuo staff chiamavate di continuo per avere la mia presenza nel tuo video che anche grazie a me ha ottenuto un bel successo (parole di zio Gianni) e potevo fare lo stesso quando senza autorizzazione hai usato il mio video saluto per andare a striscia la notizia …invece no, sono stato disponibile fino alla fine a sudare dentro il capannone assieme a tutti gli altri senza mangiare e sottolineo questo passaggio perché se devo essere sincero per essere una produzione così grande avete fatto un po’ pena infatti mi hanno addebitato anche le due bottigliette d’acqua in “albergo” però ti voglio bene, per questo voglio dirti che il successo è la ricchezza senza l’umiltà è equiparabile a zero tantissimi saluti e spero che questo mio messaggio ti faccia riflettere sia a te sia a qualche altro … saluta rovazziiiii saluta andonio. PS: Io non ho bisogno di sponsorizzare YouTube a 50.000€ e nemmeno FB a 20.000, io volo lo stesso”.

Nel frattempo, Rovazzi sulle Stories di Instagram ha spiegato l’intera questione. Il cantante ha fatto vedere gli stamp dei messaggi che gli aveva inviato il buon Marco e della richiesta a cui fa riferimento nel post, non c’era nemmeno l’ombra. Come andrà a finire l’intera faccenda? In rete qualcuno dice che “Saluta Antodio” si sarebbe già montato la testa. Noi speriamo che, con l’inizio di settembre, abbia anche il buonsenso di rimettersi a studiare perché la fama, fatta in questo modo, difficilmente potrà farlo arrivare lontano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori