TRENTINOJAZZ 2017/ Flute And Upper Voices in concerto il 23 settembre

- La Redazione

Sabato 23 settembre a Trento Emilio Galante e l’Ensemble vocale Celestino Eccher diretto da Chiara Biondani in un concerto con vari musicisti ecco di cosa si tratta

John_Tavener_cs
John Tavener

Sabato 23 settembre il TrentinoInJazz 2017 presenta il primo appuntamento della sezione Ai Confini ed Oltre, che si terrà a Trento, Rovereto e Borgo Valsugana con una proposta originale: spettacoli ed eventi “borderline”, ai confini tra generi e cultura alta e popular. Si comincia con un lavoro emblematico, ampiamente rappresentativo del progetto: Flute and Upper Voices, con Emilio Galante e l’Ensemble vocale Celestino Eccher diretto da Chiara Biondani.

 

Flute and Upper Voices è un concerto a specchio, dove le linee polifoniche del coro si riflettono nel flauto, reso anch’esso polifonico dall’elettronica, gestita dallo stesso Galante. In programma due composizioni del flautista trentino: la prima è Steila da neif (da Larjines), composta una decina di anni fa, cantata in lingua ladina e ispirata all’immaginario dolomitico; la seconda è la suite Doublesex, provienente dal melologo omonimo liberamente ispirato a Middlesex di Jeffrey Eugenides (premio Pulitzer nel 2003), che racconta della vita di un ermafrodito, una riflessione su un aspetto della sessualità da sempre esistito, rimosso e attuale nel dibattito sull’identità di genere. La suite Doublesex viene accompagnata dalle immagini che l’artista palermitano Enzo Patti ha ideato per lo spettacolo, l’omonimo cd è stato pubblicato nel 2016 dalla bolognese A Simple Lunch. 

 

Un altro autore in programma è John Tavener, che ha scritto per coro buona parte della propria produzione, fortemente ispirata alla spiritualità ortodossa: The Lamb è stato anche utilizzato da Sorrentino nella colonna sonora di La grande Bellezza. Dalla stessa colonna sonora viene il suggerimento per lo struggente I lie di David Lang, uno dei tre fondatori di Bang on a Can, l’ensemble di New York forse più rappresentativo del New Sound. Infine l’ensemble proporrà il Vermont Counterpoint di Steve Reich, che fa parte della serie di contrappunti scritti dal compositore americano per strumento solo e nastro, sul quale sono preregistrate 11 tracce per flauto che si rincorrono seguendo i percorsi di sfasamento cari al compositore. 

 

Prossimo appuntamento: Trio Ammentos con Diana Torto mercoledì 27 settembre, Trento.

 

Trentino Jazz:

http://www.trentinojazz.com/  

http://www.facebook.com/trentinoinjazz  

 

Trentino Cultura:

https://www.cultura.trentino.it/Rassegne/TrentinoInJazz-2017  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori