NOEMI/ Al mare prima di Sanremo 2018: annunciati due concerti a Roma e Milano a maggio

- Silvana Palazzo

Noemi a Sanremo 2018 dopo gli attacchi di panico: “nel nuovo album il brano “Porcellana” racconta la mia fragilità. Ho imparato ad ascoltarmi”. Le ultime notizie sull’artista

noemi_lapresse
Noemi, Sanremo 2018 (Foto: LaPresse)

Mancano ancora pochi giorni prima di poter ascoltare il brano che Noemi presenterà al Festival di Sanremo 2018. Il prossimo 6 febbraio, infatti, potremo sentire, per la prima volta, tutte le venti canzoni in gara. “Non smettere mai di cercarmi” è il titolo del suo inedito, scelto da Claudio Baglioni tra la rosa dei Big in concorso. E’ un ritorno molto atteso per Noemi che, proprio in queste ore, ha caricato – su Instagram e Twitter- una sua immagine a pochi passi dal mare, accompagnata dalla frase “Il sole bacia i belli! Buona domenica a tutti!” con relative emoticon divertite. Saranno settimane intense per la cantante, in uscita con il suo nuovo album, “Bye Bye” dopo i due singoli estratti nei mesi precedenti, “Autunno” e “I miei rimedi”. Ma gli impegni per lei sono appena iniziati. Infatti, il prossimo 27 maggio la cantante si esibirà all’Auditorium Parco della Musica di Roma, mentre, due giorni dopo, il 29 maggio sarà al Teatro degli Arcimboldi di Milano. I biglietti per entrambe le date saranno in vendita a partire dalle ore 11 di lunedì 29 gennaio 2018. Noemi è pronta al suo comeback, a due anni di distanza dalla sua ultima fatica, Cuore d’artista, rilasciato nel 2016. [Agg. Alberto Graziola]

PORCELLANA, IL SIGNIFICATO DELLA CANZONE

Noemi non lo ha mai nascosto: le crisi, gli attacchi di panico anche durante i Festival di Sanremo passati, hanno contribuito a renderla la donna e l’artista che è oggi. È stata dura però e non lo nasconde neanche in questo nuovo album in uscita per la brava e rossa cantante: «con la canzone “Sono solo parole” al mio secondo Festival mi ricordo la vista appannata e i sudori freddi dell’attacco di panico», racconta Noemi al Corriere della Sera. Nella canzone Porcellana, inserito nel nuovo disco La luna in uscita il 9 febbraio, Noemi parla proprio del ‘vecchio nemico’ maledetto: «Il titolo – ha spiegato – rimanda all’immagine della testa fragile, quando le emozioni prendono il sopravvento facendoti sentire nuda e fragile. Questo lavoro ti costringe a misurati con te stessa. Io ho finalmente imparato ad ascoltarmi, per farlo ho dovuto incominciare a prendermi il mio tempo». Rispetto invece al brano che porterà a Sanremo, la bella cantante aggiunge «Un pezzo che segna la sintesi tra il mio gusto elettronico e quello classico». (agg. di Niccolò Magnani)

VOGLIO SENTIRMI DIVA

A pochi giorni dalla partenza del Festival di Sanremo 2018 una delle sue sicure protagoniste, Noemi, presenta il suo nuovo disco:”Luna”. Ma che significato assume per la cantate questo album? Come riportato da Il Corriere della Sera, Noemi ha ammesso di aver cercato in questi ultimi anni troppo di essere diversa:”Ora ho bisogno di tornare semplice in un mondo in cui tutti si sentono di dover apparire strafighi. Forse mi ero un po’ chiusa, avevo bisogno di rimettermi davanti a uno specchio”. Rifacendosi al titolo del disco, Noemi ha aggiunto:”Però la luna è anche un po’ diva, proprio come voglio sentirmi anch’io in questo momento. Nonostante canti sempre al maschile, questo è il mio disco più femminile. Il mio piccolo contributo in questo periodo storico in cui finalmente le donne hanno trovato una coscienza comune. Da sempre ci facciamo la guerra. Per questo mi sono emozionata vedendo la serata dei Golden Globes. Un grande abbraccio collettivo sotto la stessa luce nera”.

SANREMO POCO ROSA? SARO’ DONNA FORTE

Sono solo quattro le donne in gara al Festival di Sanremo, tra queste c’è Noemi. Lei con Nina Zilli, Annalisa e Ornella Vanoni porterà la bandiera rosa all’Ariston. «Sarà mio compito portare sul palco l’immagine della donna forte», promette la cantante lanciata dalla seconda edizione di X Factor. Il tema “donna” è molto attuale e l’artista definisce «interessante» il movimento che si è creato. Noemi, in gara a Sanremo con il brano “Non smettere mai di cercarmi”, tornerà per la quinta volta. Può essere ormai considerata una habitué. «È sempre bello essere invitati. Perché uno si propone, sì, ma è il direttore artistico che poi decide», ha dichiarato la cantante romana, come riportato dall’Ansa. Il tempo e la maturità l’hanno resa più consapevole, ma sul palco «le ansie si vanno a sommare». Anche perché ritiene che il Festival di Sanremo sia «un po’ i Grammy italiani». Sul brano invece ha spiegato che è idealmente il seguito di “Sono solo parole”. «È un pezzo semplice e potente, con uno slogan pazzesco, che spero la gente possa urlare in macchina cantando insieme a me alla radio». 

NOEMI: DAL FESTIVAL DI SANREMO AL NUOVO ALBUM

“Non smettere mai di cercarmi”, la canzone che Noemi porterà al Festival di Sanremo, farà parte di Luna, il nuovo album in uscita il 9 febbraio, anticipato dai singoli “Autunno” e “I miei rimedi”. Il titolo dell’album è un omaggio a Dillo alla Luna di Vasco, ma anche alle donne. Il disco porta collaborazioni e firme diverse, tra cui quella della cantante romana: «Da tempo scrivo per i fatti miei, è un bel traguardo», ha dichiarato, come riportato dall’Ansa. Tra gli autori ci sono Tommaso Paradiso, Tricarico e Giuseppe Anastasi. «Autori diversi, accomunati dalla sincerità con cui scrivono. Paradiso è molto ironico, Tricarico è molto poetico». E c’è un omaggio a Lucio Dalla: «È tra miei autori e voci preferite nel panorama italiano. E dico ‘è’ perché lui vivrà sempre nella musica che ha fatto». Infine, sull’album che sta per uscire: «È un disco molto variegato, abbastanza lunatico, diverso da quelli che lo hanno preceduto. C’è una parte elettronica e un’altra blues e rock. A fare da fil rouge la mia voce».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori