ANALISI/ Video, testo di “Non smettere mai di cercarmi” canzone di Noemi (Sanremo 2018)

- Francesco Agostini

Testo di “Non smettere mai di cercarmi”, analisi della canzone di Noemi a Sanremo 2018. I temi del brano: il tempo che passa e i legami. Il video dell’intervista prima del Festival.

Noemi_Sanremo_2018
Noemi

La cantante romana Noemi si ripresenta sul palco dell’Ariston con un altro brano squisitamente pop. A Sanremo 2018 la rossa con i capelli di fuoco porterà “Non smettere mai di cercarmi“, un brano straziante che parla sostanzialmente di una coppia in crisi, tra momenti passati felicemente e altri assai più difficili. Il testo è volutamente ambiguo e vago, ma è chiaro che tra le righe si legge che è un amore infelice, travagliato, complesso. In tutto questo marasma di emozioni, l’inizio della canzone comincia col momento della memoria, e Noemi ripensa ai bei momenti che ci sono stati tra loro due: “Penso sempre a quello che è stato, tutto perfetto niente di sbagliato, i nostri sogni, i viaggi in treno con la paura che non sia vero“. La perfezione di un rapporto all’inizio, i viaggi in treno come simbolo di partenze e arrivi e un sentimento che si fa strada dentro il cuore: può essere che questa storia così bella sia vera? L’amore così puro è possibile? La nostra Noemi si indaga su quest’aspetto, anche se i primi nei iniziano subito a venire a galla: “I tuoi difetti ti fanno sincero, la tua allegria a peso d’oro“. Il lui in questione non è un tipo facile, anzi: ha molti difetti (ma che lo fanno sincero) ed è un po’ ombroso (‘la tua allegria a peso d’oro’)

LA LONTANANZA

Molti dicono che la lontananza tra due innamorati rafforza il rapporto di coppia. Altri, invece, asseriscono che è proprio la lontananza a far morire l’amore: le strade si dividono, occhio non vede, cuore non duole. Insomma, le interpretazioni sono sempre tantissime. In ‘Non smettere mai di cercarmi’, comunque, Noemi non arriva a comprendere quale sarà la conclusione di tutto quest’amore: per ora le cose stanno così e basta. Ci si interroga sul presente e il presente dice proprio questo: il suo amore è lontano. Prosegue il testo: “Le lunghe attese negli aeroporti, pochi giorni ma solo nostri, atterraggi di fortuna con il peso di una piuma, come una goccia scavi piano e piano piano…Tu vai già via… via. Non smettere mai di cercarmi“. Anche se probabilmente in viaggio per lavoro (‘le lunghe attese agli aeroporti‘) Noemi chiede con forza di far sì che la lontananza non spezzi il loro legame, che è così forte e sincero. Per questo motivo lui non deve smettere mai di cercarla, mai; soprattutto in un momento del genere, l’amore si deve rafforzare in vista di un sentimento così grande.

UNITI

Certo, la lontananza è una brutta bestia da domare. Noemi lo sa e canta proprio questo. A volte, per quanto possiamo fare buoni propositi nella nostra mente, dobbiamo scontrarci con la realtà dei fatti. In questo caso la realtà dei fatti dice che due persone che si amano a tantissimi chilometri di distanza (lui ha preso l’aereo) vivono più difficoltà di altri. E questo, nella canzone, Noemi lo sottolinea: “La distanza è una scusa ma lentamente ci consuma, mentre fuori il sole sorge piano… e piano piano tu vai già via… via“. Insomma, è chiaro che qui il rapporto comincia a scricchiolare. Il testo è chiarissimo e ci dice che la distanza… lentamente ci consuma; è difficile rimanere uniti in una situazione del genere. Ma questo non significa che non ce la si possa fare, anzi. Tutto è possibile se c’è l’amore. Questo è quello che dice Noemi con grande forza e che ripete nel ritornello finale, straziante: “E più sarai lontana e più sarai con me tu intanto fai bei sogni… che sono nostri i sogni… Non smettere mai di cercarmi, dentro ogni cosa che vivi e per quando verrò a trovarti, in tutto quello che scrivi… Non smettere mai di cercarmi“. Il concetto è ribadito con forza e deve essere ben impresso nella mente:l’amore tutto può. Ai microfoni di RTL 102.5 Noemi ha parlato della suo ritorno a Sanremo:



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori