Young Signorino dà buca al primo concerto a Roma/ “Gli organizzatori mi hanno causato problemi psicologici”

- Silvana Palazzo

Young Signorino dà buca al primo concerto: “Gli organizzatori mi hanno causato problemi psicologici”. Era atteso al Monk di Roma dopo la registrazione della puntata di Matrix

youngsignorino
Young Signorino

Young Signorino, all’anagrafe Paolo Caputo, ieri sera era atteso a Roma per il suo primo concerto. Il live del trapper di Cesena però non c’è stato. Dopo aver partecipato alla registrazione di una puntata di Matrix nel pomeriggio, si è presentato al Monk in ritardo. Lì deve essere successo qualcosa che ha spunto Young a tornare a casa. Il pubblico infuriato ha chiesto il rimborso del biglietto. Il trapper ha fornito la sua versione dei fatti su Instagram. «Signorini, riguardo al live del 25 a Roma è successo gli organizzatori del locale mi hanno causato dei problemi psicologici oltre che organizzativi, 400 biglietti venduti e sono veramente dispiaciuto! Ci rivediamo presto Roma». Così ha confermato la tesi di un dissidio tra i responsabili dell’evento e Young Signorino. Al momento lo staff del Monk non ha replicato attraverso i propri canali ufficiali, né è chiaro dove il trapper intenda recuperare la data annullata.

YOUNG SIGNORINO DÀ BUCA AL PRIMO CONCERTO

Young Signorino è uno dei nomi più chiacchierati del momento. La sua è vera arte, espressione di disagio o solo marketing? Il trapper 19enne, all’anagrafe Paolo Caputo, è già padre di un bambino di due anni. La popolarità è arrivata con i suoi video da milioni di visualizzazioni. “Il figlio di Satana”, come ama definirsi, ha raccontato di essere stato in coma per overdose da psicofarmaci. «L’ho fatto apposta per divertirmi e vedere se potevo cambiare personalità. E così infatti è stato». I testi dei suoi brani sono infatti pieni di riferimenti alle sostanze stupefacenti. Ma non nasconde neppure di essere stato ricoverato in clinica psichiatrica. Il successo è arrivato con “Mmh ha ha ha”, canzone che ha raccolto 11 milioni di visualizzazioni ma che ha poche frasi (“Fumo, fumo e rido”) e tanti versi onomatopeici. Ieri sarebbe dovuto essere il giorno del suo grande debutto live al Monk di Roma, ma su quel palco Young Signorino non è mai salito. Forse un’operazione di marketing? Di certo si continua ancora a parlare di lui. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori