Dark Side nei guai: droga party per Arturo Bruni della Dark Polo Gang/ Arrestato un pusher con 1.800 euro

Dark Side nei guai: droga party per Arturo Bruni della Dark Polo Gang. Arrestato un pusher con 1.800 euro e con un sacchetto contenente marijuana, cocaina e hashish

darkside_darkpologang_2018_instagram
Side lascia la Dark Polo Gang?

E’ finito nei guai Arturo Bruni, meglio conosciuto come Dark Side. E’ uno dei membri della Dark Polo Gang, irriverente band romana di musica trap, che comanda la scena insieme al milanese Sfera Ebbasta. Il ragazzo, di 24 anni, è inoltre il figlio del famoso regista italiano Francesco Bruni, e in passato ha recitato in diversi film del padre. Arturo è stato pizzicato dalle forze dell’ordine nella serata di martedì, in un appartamento in via Bonifacio VIII in Roma, dove si stava svolgendo un festino a base di droga. Il trapper era in compagnia di altri sette ragazzi, fra cui un pusher arrestato con 1.800 euro in tasca. Quest’ultimo, un 25enne, è stato colto in flagrante mentre gettava dalla finestra dell’appartamento un sacchetto contente 13 grammi di marijuana, 8 di hashish e 5 di cocaina. Fermato dalla polizia si è giustificato dicendo che fosse roba per uso personale.

“TUTTI I PRESENTI ALTERATI PSICHICAMENTE”

Lo stesso ha poi ammesso di aver accompagnato proprio Dark Side: «Me lo aveva chiesto sua madre – riporta il quotidiano Il Giornale – affinché lo tenessi sotto controllo. Non vuole che si droghi». Fra i sette scovati nell’appartamento, vi erano anche cinque ragazzi milanesi di età compresa fra i 19 e i 23 anni, fra cui un tatuatore che stava completando un disegno proprio sul braccio del trapper. «Tutti i presenti – la relazione della polizia riportata da IlMessaggeroapparivano in un evidente stato di alterazione psichica, verosimilmente dovuto all’ assunzione di sostanza stupefacente». Gli agenti sono intervenuti dopo una segnalazione circa la presenza di due persone sospette in via Bonifacio. Arrivate sul posto, le forze dell’ordine hanno avvicinato un ragazzo che emanava un forte odore di erba, che ha poi accompagnato le stesse nell’appartamento dove vi era Bruni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori